Da Mozart a Grado: un viaggio in bicicletta alla scoperta del Friuli

Ciclabile Alpe Adria a Grado

Se vi piacciono le escursioni green e la vostra passione è pedalare all’aria aperta, ecco il modo migliore per scoprire le bellezze del Friuli-Venezia Giulia: la ciclovia Alpe Adria, una meravigliosa pista ciclabile che parte dall’Austria e attraversa boschi e valli, giungendo in Laguna dopo aver lambito i più bei paesaggi della regione.

Una magnifica ciclovia che attraversa tutto il Friuli

Scoprire il Friuli percorrendo la ciclovia Alpe Adria è un’esperienza che riconcilia con la natura e fa apprezzare le meraviglie custodite in questi territori. La strada parte dalla città austriaca di Salisburgo, famosa per aver dato i natali al grande compositore Wolfgang Amadeus Mozart, e si snoda in terra friulana lungo 180 km da gustare, pedalata dopo pedalata.

L’avventura parte tra le valli dei monti di Tarvisio, ed offre ai cicloamatori la possibilità di respirare aria purissima, mentre lo sguardo si perde tra paesaggi montani mozzafiato.

La ciclovia offre la possibilità di praticare un cicloturismo slow, fermandosi a proprio piacimento in qualcuno dei tanti graziosi borghi medievali che punteggiano questi luoghi, alla scoperta di antichi castelli, pittoresche botteghe artigianali e, perché no, invitanti trattorie dove assaggiare i prodotti della buona tavola friulana.

Ciclovia Alpe Adria: alla scoperta dei borghi medievali

Dirigendosi verso il cuore del Friuli, ci si imbatte in alcune delle mete più suggestive di tutta la regione. L’Alpe Adria, infatti, costeggia Venzone, appena nominato Borgo dei Borghi per il 2017, e famoso per la bellezza dei suoi monumenti, ricostruiti dalla cittadinanza pietra su pietra, dopo il funesto terremoto del ’76.

Poco più a sud, Gemona del Friuli attende i suoi visitatori con la sua calma bellezza e le sue attrazioni principali, tra cui spicca il famoso Duomo trecentesco, ai piedi del monte Glemine.

I cicloturisti troveranno proprio a Gemona un albergo che pare fatto a misura per loro, lo storico Hotel Willy: a due passi dalla ciclabile Alpe Adria, l’hotel offre ogni sorta di comodità ed è il posto ideale dove prendersi una pausa di metà percorso. Qui, ristorante e pizzeria dell’albergo sono sempre aperti ed offrono il giusto ristoro, dopo tanto pedalare.

Per raggiungere Udine, ci si può anche concedere il lusso di prendere il treno Gemona-Udine, che garantisce un comodo servizio bici a chi ha scelto di intraprendere questa fantastica avventura.

Dalle Alpi alla Laguna di Grado, un’esperienza indimenticabile

La bellezza di Udine non ha bisogno di presentazioni, con le sue atmosfere sospese nel tempo, tra grandi piazze e castelli medievali. Il viaggio continua incessante, ma sempre godibile, verso le storiche città di Palmanova ed Aquileia, autentiche perle della regione, tutte da scoprire.

Il bello della ciclabile Alpe Adria è proprio questo: prendersi il proprio tempo, gestire il viaggio come meglio si desidera, e magari concedersi un paio di giorni per scoprire la geometrica perfezione di Palmanova, la città stellata, o l’inaspettata romanità di Aquileia, avamposto dell’Impero di cui ancora sono ben visibili numerose vestigia.

Da qui, il passo verso il mare è ormai breve, e la Laguna di Grado accoglie i cicloturisti quasi come un premio ambito, uno specchio d’acqua in cui tuffarsi, o sul quale imbarcarsi, per scoprire l’infinita meraviglia di una regione che regala, letteralmente, mari e monti a chi la sceglie per le proprie vacanze!