La Pieve di San Martino a Villa di Verzegnis

Pieve di San Martino - Verzegnis
Pieve di San Martino

La Pieve di San Martino, che fa parte delle Pievi della Carnia, risale ad un epoca antica (intorno al 1000). La sua attuale struttura è del XVIII secolo, infatti venne rifabbricata da Domenico Schiavi, architetto di Tolmezzo, che volle darle una dimensione più importante e consona al ruolo.

Tale lavoro di ripristino va dal 1750 al 1760. La facciata a salienti è preceduta da un ampio portico ed è affiancata da un campanile cuspidato.

All’interno si può ammirare un elegantissimo altare settecentesco, in marmi policromi. Lateralmente vi sono le statue di San Pietro e Paolo e c’è anche una statuetta del Redentore. Questa proviene dalla chiesa di San Giovanni di Casarsa.

Nella nicchia, una piccola pala con un dipinto di un pittore veneto della seconda metà del ‘700 raffigurante il Vescovo San Martino. Nel presbiterio ci sono affreschi di Antonio Schiavi (1736-1786), di scuola tiepolesca, che realizza scene eleganti anche se meno intense di quelle del Tiepolo. I soggetti sono: Sacrificio di Isacco, Profeti, Evangelisti e Trinità, l’Assunta e Apostoli e ancora San Giovanni Battista e San Martino. C’è anche una pala laterale di Giovanni Maria Lendaro di Feletto rappresentante la Madonna col Bambino e Santi Emidio e Stefano (1907)