Home Tags Guerra

Guerra

grande guerra ragogna
Ricorre quest’anno il primo centenario dalla fine della Prima Guerra Mondiale, un evento che ha influenzato in modo sostanziale il corso della storia contemporanea. Data la presenza di numerose tracce e monumenti ad essa correlati tuttora visibili (in particolar modo nei territori dove la guerra è stata combattuta), nel...
Ginnasio Jacopo Stellini
Nel 1914 ha inizio la Grande Guerra, alla quale l'Italia partecipa dal 1915 coinvolgendo in modo particolare Udine e il suo territorio. Le conseguenze di questo conflitto mondiale portano alla scomparsa dell'Impero Austro-Ungarico con il tramonto dell'800 e dei suoi ideali, oltre al profilarsi di nuovi stati che ridisegnano i...
Erwin Rommel
Erwin Rommel, nato nel 1891, comincia la sua ascesa come giovane ufficiale già durante la Prima Guerra Mondiale. Il reparto in cui militava era uno dei più famosi per l'eccezionale velocità di movimento in territorio nemico e per i successi conseguiti. Si trattava di un reparto (Battaglione da Montagna del...
rommel conquista matajur
Il 25 Ottobre alle 4 del pomeriggio il Tenente Rommel inizia la salita sul Matajur, verso Jevschek, nonostante che i suoi uomini siano provati dalla stanchezza, dalla mancanza di un pasto caldo e dalle divise fradice. La colonna sale in silenzio, illuminata dalla luna, tra cespugli e arbusti. Si sentono...
Caporetto testimonianze dal Friuli
Dopo la sconfitta di Caporetto, tutto l'esercito in rotta, nella zona compresa tra la Carnia e Gorizia, sembra confluire lungo le vie che conducono al Tagliamento. La folla è enorme perchè vengono ammassati i soldati, con i loro carriaggi, assieme ai civili con le loro masserizie. Piove, c'è fango...
battaglia di Castelmonte
I primi feriti della battaglia di Castelmonte giunsero a Jalmicco e a Tribil, portati dai soldati, la sera stessa del 27 Ottobre 1917. Furono soccorsi dalle donne e dalle ragazze dei due paesi. Dal bosco e dalle balze sopra Jalmicco tutta la notte si sentirono i gemiti dei feriti che...
Castelmonte dopo Caporetto
Tra le vicende belliche della ritirata dopo Caporetto ci sono anche gli scontri armati di Castelmonte. Anche su questa altura la resistenza italiana fu aspra e ostinata. Le cause della sconfitta del 27 Ottobre da parte dei nostri sono da attribuire alla grande superiorità dell'artiglieria avversaria, che disponeva di...
brillamento Ponte del Diavolo di Cividale
Dopo la disfatta di Caporetto uno dei primi ponti a saltare è il Ponte del Diavolo per ritardare la veloce avanzata degli Austro-Tedeschi verso la pianura friulana. Il 24 Ottobre 1917 già parte del nostro fronte viene travolto e si calcola che le prime perdite italiane di questo giorno drammatico...
resistenza monte Purgessimo
La Battaglia di Cividale avvenuta il 27 Ottobre riveste un ruolo importante tra i combattimenti della ritirata dopo Caporetto. L'asse di sfondamento, su cui si stavano concentrando almeno tre Corpi d'Armata Austro-Tedeschi, era infatti in direzione Cividale. La linea della difesa italiana si estendeva da Montemaggiore a Monte Joanaz, Monte...
Il 24 Ottobre 1917 l'armata Austro-Tedesca sfonda le linee italiane per 27 chilometri fino ad arrivare a Caporetto. Al Generale Cadorna giungono purtroppo notizie distorte. Egli crede che lo sfondamento sia dovuto ad una resa assurda da parte di alcune divisioni regie che avrebbero dato sfogo ad una specie...
Benito Mussolini tolmezzo
Tolmezzo, città decentrata dai grandi centri di potere, ospita più volte un personaggio come Mussolini. Nel 1906 il futuro Duce, diplomatosi maestro nel 1901, arriva a Tolmezzo come insegnante. Ben presto si accorge che con questa attività non raggiunge buoni risultati, nonostante lo zelo, e sembra iniziare a condurre una...
Difesa del Forte di Monte Festa
Dopo la disfatta di Caporetto il comando supremo italiano aveva dato ordine che le truppe ripiegassero in direzione delle Prealpi, ad eccezione della guarnizione posta a difesa del Forte di Monte Festa. Mentre la 63° e la 36° Divisione si dirigevano in ritirata verso la valle dell'Arzino il Forte si...
Rommel
Mentre il Tenente Rommel, con il suo distaccamento di fucilieri tedeschi, si trova sulla vetta del Matajur riceve l'ordine dal Maggiore Sproesser, che comanda il grosso del battaglione da montagna, di raggiungere Masseris. La località si trova ad 800 m più in basso e i soldati, dopo giornate faticosissime, sono...
Campo concentramento nazista
La Seconda Guerra Mondiale inizia con il 1° Settembre 1939, data in cui Hitler invade la Polonia. Mussolini non si sente pronto a partecipare al conflitto ma, dopo alcuni tentennamenti, il 10 Giugno 1940 invade il sud della Francia ed entra ufficialmente in guerra accanto al Führer. Trieste vive da...
Occupazione dopo Caporetto
La piccola storia delle comunità friulane dà spesso un quando molto vivo di quanto è toccato dopo la disfatta di Caporetto e cioè l'occupazione: Remanzacco ne è un esempio. Il 27 Ottobre, il mattino, parte l'ultima tradotta che arriva ad Udine traboccante di profughi sfollati. Dopo lo sfondamento delle linee Italiane...
Portatrici carniche
Tra gli atti di eroismo della Grande Guerra, che non interessano tanto le pagine della storia ufficiale, ma sono parte umanissima di questa storia, vanno ricordati i percorsi delle portatrici carniche. La Carnia era strategicamente importante perchè attraverso il passo di Monte Croce Carnico le truppe austriache potevano dilagare facilmente...
battaglia di monte festa
Dopo la tragica sconfitta di Caporetto inizia per i friulani un'altra tragedia: quella della ritirata. Le strade del cividalese si riempiono di soldati Italiani, sbandati, in macia verso il Piave senza un piano preciso. Anche molti civili confusi, ma certi di non voler cadere in mano al nemico Austro-Tedesco, racattano...
Rommel
Il 24 Ottobre 1917 vicino alle acque dell'Isonzo si trovavano schierati l'Esercito Italiano e quello Austro-Ungarico. I cannoneggiamenti si odono ai due lati di Tolmino, nella valle tra il Kolovrat ed il Monte Nero. È notte, c'è una pioggia torrenziale ed i soldati nemici attraversano il fiume per attaccare i nostri sulla...
La disfatta di Caporetto
La Grande Guerra si abbatte con particolare violenza sul Friuli e sul Carso Isontino il cui territorio fu per anni un campo di battaglia che comportò perdite di uomini spaventose e distruzione di case, strade, villaggi, città. Le 12 battaglie sull'Isonzo si susseguirono tra l'Esercito Italiano  e quello Austoungarico per...
II Guerra Mondiale e la risiera
Cosa succede a Trieste dall'Agosto del 1914 all'Ottobre 1954? Cioè nei 40anni che vanno dall'inizio della II Guerra Mondiale all'annessione alla Repubblica Italiana? La risposta sarebbe molto complessa, ma una buona sintesi è data dall'elenco degli stati giunti a Trieste e dei quali la città è stata suddita. C'è la scomparsa degli...
Translate »