Cosa fare e vedere a Udine

I monumenti e luoghi d’interesse di Udine, le manifestazioni, la cucina tipica e tutte le informazioni per la visita

udine
Udine - i due Mori

Capitale storica del Friuli, nel cuore dell’attuale regione del Friuli Venezia Giulia, Udine è una città accogliente, a misura d’uomo. La connotazione di antica zona di confine l’ha resa un crocevia di tradizioni e vicende storiche, le quali hanno insieme contribuito alla formazione di un patrimonio storico e artistico unico. Accanto alle attrattive di tipo culturale, Udine e le zone limitrofe sono caratterizzate da bellezze naturalistiche, a cui la città dedica particolare attenzione e cura, come dimostrano anche l’appartenenza alla Rete italiana Città Sane OMS e alla Società italiana Città Ciclabili.

Se state pianificando una vacanza in questa città, nella seguente guida potrete trovare le informazioni essenziali su cosa vedere a Udine in tre giorni, e dei suggerimenti sui paesi vicini da non perdere del caso di permanenze più lunghe.

Monumenti, luoghi d’interesse e musei di Udine

Dal punto di vista urbanistico, Udine è caratterizzata da un’impronta tipicamente medievale: la città si è sviluppata, infatti, attorno al colle del castello (nelle fattezze attuali risalente alla prima metà del Cinquecento), ed ha visto, tra il X e il XV, diverse fasi di espansione, cui corrispondeva la costruzione di sempre nuove cinte murarie. Attualmente si conservano tracce o notizie di ben cinque cerchie di mura, ognuna dotata di porte e portoni, fossati e ballatoi. Nel Medioevo, poi, la città era attraversata da sei rogge, delle quali ne sono oggi conservate due: la roggia di Palma e la roggia di Udine, documentate rispettivamente a partire dal XII e dal XIII secolo.

loggia di lionello
la loggia di Lionello

Tra le architetture civili, di particolare pregio e bellezza architettonica sono la loggia di Lionello, costruita nel XV secolo in stile gotico veneziano e affacciata sulla centrale piazza Libertà, la loggia e il tempietto di San Giovanni, eretti nel 1533 di fronte alla loggia di Lionello, la torre dell’Orologio (ispirata a quella veneziana di Piazza San Marco) risalente al 1527 su disegno di Giovanni da Udine e inglobata nella loggia di San Giovanni, e l’arco Bollani, sormontato da un leone di San Marco, il cui progetto è attribuito ad Andrea Palladio.

casa cavazzini
Casa Cavazzini (interno)

Tra i numerosi palazzi storici che impreziosiscono il centro di Udine (Casa Cavazzini, Palazzo Valvason-Morpurgo, Palazzo Antonini-Cernazai, Palazzo Bartolini, per citarne solo alcuni), una particolare menzione merita il Palazzo Patriarcale o Arcivescovile, uno dei monumenti più famosi della città grazie ai mirabili affreschi di Giovanbattista Tiepolo.

santuario della beata vergine delle grazie
Il Santuario della Beata Vergine delle Grazie (piazza 1 Maggio)

Non mancano inoltre gli edifici religiosi di grande interesse storico ed artistico: tra tutti spicca il Duomo di Santa Maria Annunziata, edificato a partire dal 1236 e affiancato da un campanile, un battistero e un piccolo museo del Duomo. Altre chiese di particolare bellezza sono Santa Maria di Castello, la più antica di Udine (XII secolo), il santuario della Beata Vergine delle Grazie, dalla facciata d’ispirazione classica, la chiesa di Sant’Antonio Abate, oggi sconsacrata e usata come auditorium e sede espositiva, la chiesa di San Francesco, di pieno Duecento e anch’essa convertita attualmente a sede di esposizioni temporanee, e quella di San Giacomo, affacciata su piazza Matteotti (più conosciuta, però, come piazza San Giacomo), eretta nel 1378 ed oggi caratterizzata da una ricca facciata cinquecentesca.

Grande importanza è data a Udine per il verde urbano, in continua evoluzione: la città è infatti ai primi posti a livello italiano in quanto a superficie verde “fruibile” (aree attrezzate, parchi naturali, giardini scolastici, eccetera) disponibile per abitante. In questa casistica rientrano anche i numerosi giardini storici, diffusi per tutta la città: tra i principali ci sono il parco della Rimembranza, il Giardin Grande al centro di piazza I Maggio, l’area verde del piazzale del Castello sulla sommità del colle, e il giardino Ricasoli, vicino a piazza Patriarcato, dove si trova il monumento equestre dedicato a Vittorio Emanuele II.

Ricca e variegata, infine, è l’offerta museale della città, comprendente collezioni di arte dall’antichità all’Ottocento (Museo Archeologico, Galleria d’Arte Antica, Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo, Museo del Risorgimento), ma anche opere ed espressioni artistiche contemporanee (Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Casa Cavazzini, Museo della Fotografia, Gallerie del progetto di Palazzo Morpurgo, dove si conservano preziosi archivi di architetti friulani attivi nel corso del Novecento) e, infine, raccolte naturalistiche ed etnografiche (Museo Friulano di Storia Naturale, Museo Etnografico del Friuli).

Cosa vedere a Udine

  • Castello di Udine
  • Mura e rogge medievali
  • Porta Aquileia
  • Loggia di Lionello
  • Loggia e tempietto di San Giovanni
  • Torre dell’Orologio
  • Palazzo Patriarcale
  • Palazzo Antonini – Belgrado
  • Palazzo Antonini – Casa Grande
  • Palazzo Antonini – Cernazai
  • Palazzo Bartolini
  • Palazzo del comune
  • Palazzo Valvason-Morpurgo
  • Casa Cavazzini
  • Villa Veritti
  • Arco Bollani e chiesa di Santa Maria in Castello
  • Duomo di Santa Maria Annunziata, piazza antistante e museo del duomo
  • Santuario della Beata Vergine delle Grazie
  • Chiesa di Santa Maria di Castello
  • Chiesa dell’Oratorio della Purità
  • Chiesa di Sant’Antonio Abate
  • Chiesa della Beata Vergine del Carmine
  • Chiesa della Madonna della Carità
  • Chiesa della Presentazione di Maria al tempio
  • Chiesa del Redentore
  • Chiesa di San Cristoforo
  • Chiesa di San Francesco
  • Chiesa di San Giacomo
  • Chiesa di San Giorgio
  • Chiesa di San Pietro Martire
  • Chiesa del Santo Spirito
  • Chiesa di San Valentino
  • Chiesa di Santa Maria della Misericordia
  • Chiesa di Santa Chiara
  • Tempio ossario dei Caduti d’Italia
  • Cappella Manin
  • Cappella di Santa Maria del Monte
  • Piazza Libertà
  • Piazza Garibaldi
  • Piazza Matteotti
  • Piazza I Maggio
  • Piazza Venerio
  • Piazza XX Settembre
  • Parco della Rimembranza
  • Giardino Loris Fortuna
  • Area verde Giardin Grande
  • Area verde del piazzale del Castello
  • Giardini del Torso
  • Giardino Ricasoli
  • Giardino Giovanni Pascoli
  • Museo di arte moderna e contemporanea
  • Musei al castello di Udine: Museo Archeologico ; Museo del Risorgimento ; Galleria d’arte antica
  • Museo della Fotografia
  • Museo Friulano di Storia Naturale
  • Museo Etnografico del Friuli
  • Gallerie del Progetto
  • Museo diocesano e gallerie del Tiepolo

Cosa fare a Udine: l’offerta culinaria e una proposta d’itinerario pedonale

L’offerta culinaria dellai Udine è estremamente variegata, spaziando dalla cucina italiana in senso lato a quella etnica. Se si vuole mangiare qualche pietanza tipica friulana basterà scegliere uno dei vari ristoranti del centro, oppure recarsi fuori città, dove si possono provare prodotti e piatti della tradizione diversi di paese in paese. Non si rimarrà insoddisfatti anche nel caso in cui si stia cercando semplicemente un posto dove consumare un aperitivo: tradizione ormai consolidata in tutto il Friuli, nel centro di Udine sono numerosi i locali dove bere un bicchiere di buon vino e gustare qualche antipasto.

Il modo migliore per godersi la città è facendo itinerari pedonali, che permettono di scoprirla poco a poco nei suoi aspetti più intimi e caratteristici. In questa sede si propone un percorso sulle tracce delle antiche rogge medievali, percorribile in circa un’ora di cammino, seguendo il quale si potranno incontrare i principali edifici cinquecenteschi del capoluogo friulano. Partendo da Via Zanon, costeggiate la roggia di Udine in direzione sud e girate a sinistra in via Poscelle. Proseguendo dritti, si giunge in via Cavour dove, sull’angolo con via Canciani, si può ammirare un edificio con tracce di decorazione dipinta. Percorrendo tutta questa strada si arriva in Piazza della Libertà, dalla quale dovete girare a destra e imboccare via Vittorio Veneto. Percorrendo tutta la via, vedrete il Palazzo della Forza Concina (civico 18), riconoscibile dalla facciata neoclassica, il secentesco Palazzo Strassoldo (civico 20), e Palazzo Tinghi (civico 36), con tracce di affreschi di Gianantonio da Pordenone. Giunti all’incrocio con via Marinelli, girate a sinistra e successivamente a destra in via della Prefettura. Seguendo poi via Piave si giunge nel Giardino Ricasoli, con piante esotiche e cigni, nei pressi dei quale la roggia di Palma è visibile per qualche centinaio di metri. Attraversando interamente il giardino si arriva davanti al Palazzo Patriarcale, proseguite dunque per via Verdi fino a Piazza Primo Maggio, dove potrete terminare l’itinerario con una visita al Santuario della Beata Vergine delle Grazie.

Eventi e manifestazioni

Udine è una città molto vivace dal punto di vista dell’organizzazione di fiere e rassegne, sia a tema gastronomico sia culturale. In tale contesto, un ruolo importante è svolto dal quartiere fieristico della città situato nei pressi del Parco del Cormòr, a pochi minuti d’auto dal centro, vicino al quale si trova anche il centro commerciale “Città Fiera” e il nuovo stadio Friuli.

Per quanto riguarda gli eventi di promozione del patrimonio enogastronomico locale, ha particolare rilevanza la rassegna Friuli DOC, durante la quale le piazze e le vie del centro si riempiono di stand e punti ristoro. Per quattro intere giornate, i protagonisti sono i tesori della tradizione gastronomica friulana, a cui si affiancano appuntamenti culturali come mostre, spettacoli, convegni e produzioni artigianali.

Tra gli eventi culturali, tra gli altri è di grande rilievo il Far East Film Festival, una rassegna cinematografica che si svolge tra aprile e maggio, nelle due sedi del Teatro Nuovo Giovanni da Udine e delle sale del cinema Visionario. Di notevole richiamo, per quanto riguarda la musica, è Udin&Jazz, un festival che coinvolge non solo la città di Udine, ma anche vari paesi della zona (Palmanova, Cividale del Friuli, Aiello del Friuli, ed altri). In tale contesto, giungono in città alcuni tra i più importanti artisti di fama internazionale, e al contempo viene dato spazio anche a giovani talenti italiani del panorama jazz.

Legato più all’ambito filosofico e letterario, il festival Vicino/Lontano propone nel mese di maggio quattro giornate di dibattiti e conferenze su tematiche di attualità ogni anno differenti, in cui partecipano filosofi, scrittori, giornalisti e studiosi; nel contesto di questa manifestazione, inoltre, viene assegnato il premio letterario Tiziano Terzani.

Infine, un evento sportivo di eco internazionale che si tiene in città è la Maratonina città di Udine, una gara podistica che si tiene per le strade cittadine nel mese di settembre. La competizione internazionale, giunta ormai quest’anno alla diciannovesima edizione, è accompagnata da una corsa e camminata non competitiva (per camminatori, amanti dello jogging, o runner esperti), oltre che da eventi sportivi che coinvolgono bambini e ragazzi delle scuole cittadine e, nella corsa con il cane, gli amici a quattro zampe.

Una vacanza prolungata a Udine permette di trovarsi in una comodissima posizione centrale per raggiungere altri paesi e città del Friuli Venezia Giulia d’interesse storico ed enogastronomico. Muovendosi verso est, si possono visitare i paesi di Fagagna, tra i borghi più belli d’Italia, San Daniele del Friuli, dove si potrà gustare il celeberrimo prosciutto crudo DOP, e Spilimbergo. Spostandosi invece verso est, si possono raggiungere in poco tempo Cividale del Friuli, patrimonio Unesco per le testimonianze del passato longobardo, e le suggestive valli del Natisone. Infine, dirigendosi verso sud si raggiungono agevolmente Palmanova, anch’essa patrimonio dell’umanità Unesco per la caratteristica struttura difensiva d’epoca veneziana, Aquileia, con le sue preziose testimonianze romane e altomedievali, e Grado, nella quale si conservano interessanti monumenti d’origine paleocristiana.