Natura: cosa visitare vicino a Trieste

Risorgive del Timavo

Trieste non è solo una città di strade eleganti e salotti all’aria aperta. La città sa meravigliare anche con le splendide attrazioni naturali che ne caratterizzano il territorio.

Trieste e la natura: dalle Bocche del Timavo alla Grotta Gigante

Risorgive del TimavoLe risorgive del fiume Timavo, nei pressi di San Giovanni di Duino, sono uno spettacolo naturale davvero raro e affascinante. Il fiume nasce in territorio sloveno dal monte Nevoso e poi, dopo circa 50 km, continua il suo percorso all’interno delle grotte di San Canziano. Qui, una serie di numerose cascate lo fanno scorrere molto in profondità nel sottosuolo, fino a quando fuoriesce in territorio triestino, presso quelle che già Virgilio, nella sua Eneide, chiamava Bocche del Timavo. Lo scenario del fiume che riemerge dalle grotte sotterranee è una delle attrazioni naturali più suggestive dell’intero territorio triestino.

Cosa visitare vicino a Trieste: la Grotta Gigante a Sgonico

grotta gigante
Ingresso della Grotta Gigante a Sgonico (Ts)

La Grotta Gigante è proprio una di queste. Scoperta solo agli inizi del ‘900, la grotta ha origini antichissime, ed è il risultato di milioni di anni di lento e incessante lavoro dell’acqua, che negli anfratti sotterranei ha creato un vero capolavoro nascosto di formazioni calcaree. Stalattiti e stalagmiti di dimensioni impressionanti caratterizzano l’aspetto della sala principale, che è alta più di 100 metri, per quasi 300 metri di lunghezza. La Grotta Gigante sorge in territorio di Sgonico, alle porte del capoluogo, ed è visitabile con gruppi guidati. Munitevi di scarpe comode, perché c’è da scendere e salire più di 500 scalini. Consigliatissime felpe e giubbini: anche d’estate, la temperatura all’interno della grotta si mantiene intorno agli 11°.

La Riserva Naturale della Val Rosandra

La Riserva Naturale della Val Rosandra sorge sul vasto altopiano del Carso che circonda il territorio di Trieste. Qui la natura regna ancora incontrastata, e regala scenari da cartolina.

La Val Rosandra è il luogo ideale per un’escursione fuori città, tra sentieri dove dedicarsi al trekking o alla mountain bike e aree attrezzate perfette per un pic-nic all’aria aperta. La zona è frequentata anche da molti appassionati di arrampicata sportiva, che qui trovano le pareti rocciose perfette per le loro imprese. La Riserva della Val Rosandra vi farà trascorrere delle ore di relax, lontano dai soliti ritmi quotidiani, e vi farà scoprire le meraviglie della fauna e della flora locale: non dimenticate la vostra fotocamera! Come raggiungere Val Rosandra (partenza dal Centro visite anche se ci sono più ingressi) Località S. Dorligo della Valle, 507, San Dorligo della Valle TS Con l’auto: dall’Autostrada A4 proseguire in direzione Trieste fino all’indicazione per Pesek e Basovizza e poi per Dolina e Bagnoli della Rosandra. Provenendo da Trieste: seguire le indicazioni per il confine di Stato Rabuiese e giunti alla zona industriale, imboccare la Strada della Rosandra per S. Dorligo della Valle e Bagnoli della Rosandra.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.