La Riserva Naturale della Val Rosandra: una perla di bellezza vicino Trieste

val rosandra,trieste
Riserva naturale Val rosandra, Trieste

La Riserva Naturale della Val Rosandra (o Dolina Glinščice, in lingua slovena) è una valle situata a brevissima distanza dal confine sloveno, a pochi chilometri da Trieste. Attraversata dalle acque del torrente Rosandra, questa valle è viva e rigogliosa, caratterizzata da una straordinaria biodiversità e dalla presenza di tante attrazioni.

Non a caso la Val Rosandra è diventata, nel 1996, una riserva naturale protetta: la natura incontaminata ed i bellissimi paesaggi hanno reso quest’area una delle mete preferite sia degli escursionisti triestini che dei turisti.

Punti di interesse in Val Rosandra

  1. L’acquedotto romano
    Costruito nel secondo secolo a.C., quest’enorme costruzione provvedeva a fornire circa 5800 metri cubi d’acqua a Trieste. Un’opera ingegneristica strepitosa per l’epoca, ancora visibile in alcuni tratti. La zona migliore per osservarla? All’ingresso della valle, lungo il sentiero CAI n°1.
  2. La cascata del Rosandra
    cascata Val Rosandra
    La cascata di Val Rosandra

    Il fiume Rosandra (Glinščica in sloveno) ha un corso breve, ma spettacolare. La cascata, alta quaranta metri, getta le acque del fiume in un tranquillo laghetto. Seguendo il corso del fiume, si susseguono ben 21 vasche d’erosione, una particolarità tutta da scoprire.

  3. La Chiesa di Santa Maria di Siaris
    Le origini di quest’antica chiesetta non sono ben definite nel tempo, ma abbiamo una attestazione certa: nel 1367 la struttura era già esistente, ed era una meta di pellegrinaggio per i fedeli. E con un paesaggio del genere trovare l’illuminazione spirituale doveva davvero essere più facile del solito: da qui si possono ammirare scoscese creste rocciose, vedere dall’alto il corso del torrente Rosandra e una buona parte dell’omonima valle.
  4. Il Castello e la Grotta di San Servolo
    Posizionato in Val Rosandra, oltre il confine di Stato, quest’antico castello sorge in una zona abitata fina dalla preistoria. Lungo i sentieri sarà facile scorgere incisioni rupestri risalenti a centinaia di anni fa, create da pellegrini in viaggio verso Gerusalemme, in sosta proprio presso il Castello. Oggi, è possibile visitare mura e ruderi del Castello stesso, solo parzialmente cancellato dal tempo. A poca distanza (circa 300 metri) si trova la Grotta di San Servolo, una grande chiesa sotterranea che sorge, appunto, in un’ampia grotta. Il simbolo di questo luogo? San Servolo stesso: un ragazzo che, dopo aver vissuto come eremita proprio all’interno della grotta oggi a lui dedicata, sarebbe tornato alla civiltà dotato di poteri divini.
  5. Il Castello di Moccò
    Torniamo in territorio italiano, con questo castello posizionato su un’altura (a 241 metri slm) proprio sopra Trieste. Questa struttura, in una zona così importante dal punto di vista strategico, non ebbe vita facile: distrutto e ricostruito più volte, venne definitivamente demolito nel 1511. Cento anni dopo la struttura fu ricostruita, diventando – insospettabilmente – una trattoria panoramica nei giorni moderni. Ma i bombardamenti della Seconda Guerra mondiale hanno fatto il resto: oggi sono visibili solo tracce delle antiche strutture. Consigliamo una bella escursione in questo luogo così denso di storia: il panorama (e la vista su Trieste dall’alto) sono davvero meravigliosi.
  6. I Mulini
    L’impetuoso torrente Rosandra era l’ideale per fornire energia alle mole per la produzione della farina. Lungo il corso di questo piccolo fiume sorgevano ben 32 mulini, che provvedevano al fabbisogno di farine dei triestini. Ad oggi, è possibile intuire la presenza di antichi mulini in molte zone lungo il fiume. Nove di questi sono ancora visibili (ma non integri): quattro a Bottazza, uno a Draga e quattro poco al di fuori di Bagnoli Superiore.

Come muoversi in Val Rosandra?

Sentiero CAI
Sentiero CAI n 1 – Val Rosandra – San Dorligo della Valle – Trieste

Sicuramente seguendo i sentieri CAI, da sempre attenta all’escursionismo in questa zona. Una piccola curiosità: proprio in Val Rosandra è stato creato il sentiero CAI numero 1, il primo in assoluto in Italia. I sentieri principali sono 6:

  1. Sentiero Stena: San Lorenzo – Monte Stena; 1 ora circa, percorso adatto a tutti
  2. Sentiero Griža: Bagnoli della Rosandra – Vedetta Moccò – Bottazzo – Bagnoli della Rosandra; 2 ore circa, percorso adatto a tutti
  3. Sentiero Cocusso: Pesek – Grozzana – Tumulo Monte Cocusso; 3 ore circa, percorso adatto a tutti
  4. Sentiero Vertikala: San Lorenzo – Monte Stena – Bottazzo – Socerb – Dolegna Krona;  4/5 ore circa, percorso adatto a tutti, con alcuni tratti impegnativi. Percorso non circolare; può iniziare anche dal Centro Visite
  5. Sentiero dell’Amicizia: Bagnoli -Bottazzo – Beka; 3/4 ore circa, percorso adatto a tutti
  6. Pista Ciclopedonale dell’Ex Ferrovia: Trieste – Bottazzo -Draga Sant’Elia – Kozina; 12 km (6/7 ore circa, adatto a tutti, si può iniziare il percorso in vari tratti del sentiero)

Alcuni di questi sentieri, come lo Stena, sono molto semplici e panoramici, mentre altri, come il sentiero dell’Ex Ferrovia, sono perfetti per gli amanti del cicloturismo e delle escursioni in MTB. Non mancano nemmeno aree in cui è possibile praticare l’arrampicata sportiva, o perfino la speleologia: la Val Rosandra è ricca d’attività, perfetta sia per le gite in famiglia che per gli sportivi più incalliti.

Il Centro visitatori: una porta accogliente sul territorio

centro visite Val Rosandra
Centro visite della Riserva Naturale Regionale della Val Rosandra – Trieste

Per avere informazioni più dettagliate sul territorio, sulle attrazioni e sui sentieri, ti consigliamo di partire dal Centro visitatori, gestito dalla Cooperativa Rogos. Qui, potrai ottenere tutte le informazioni, le mappe e le indicazioni di cui hai bisogno, ma non solo: il Centro offre, spesso, escursioni organizzate con guide locali esperte, che renderanno la tua esperienza ancor più completa. Non mancano nemmeno le feste e le attività per bambini, e le interessanti esperienze alla scoperta della cultura locale, anche dal succoso punto di vista dell’enogastronomia.

Come raggiungere il Centro visitatori della Val Rosandra, e tutte le informazioni di contatto.

TELEFONO: +39 329 1286325

Sito web: www.riservavalrosandra-glinscica.it

Calcola il percorso

Centro visite val rosandra
Centro visite Val Rosandra

Ristoranti dove mangiare vicino a Val Rosandra

Hotel dove dormire vicino a Val Rosandra (Trieste)