Il Museo della Grande Guerra e della Fortezza di Palmanova: visita di un gioiello dell’architettura militare del Cinquecento

Museo della Grande Guerra e della Fortezza
Il Museo della Grande Guerra e della Fortezza di Palmanova

Durante la vostra visita a Palmanova non potete di certo perdervi il Museo della Grande Guerra e della Fortezza, importante sito culturale che racchiude ed espone la storia di Palmanova, città caratterizzata da un’architettura militare per via del suo ruolo difensivo e di controllo della zona.

Fondata in un punto strategico della pianura friulana il 7 ottobre 1593 dalla Repubblica di Venezia, Palmanova viene costruita come fortezza in grado di proteggere il territorio, all’epoca dominio della Serenissima, dalle incursioni ottomane.

Il Museo della Grande Guerra e della Fortezza, un tempo Museo Storico Militare di Porta Cividale, nasce nel 1887 al fine di valorizzare la fortezza da un punto di vista culturale e viene aperto al pubblico nel 1990 dal Ministero della Difesa che ne è il proprietario. Il museo permette di esporre ed approfondire gli aspetti legati alla storia militare della città di Palmanova, segnata dal passato bellicoso delle guarnigioni che qui vi hanno vissuto.

All’ingresso è presente una sala dedicata alle conferenze e alle proiezioni di documentari didattici che raccontano la collezione museale e la fortezza stessa al fine di comprenderne la struttura e la sua funzione nel tempo.
Il Museo della Grande Guerra e della Fortezza si distribuisce infatti su tre sedi: la Direzione, Porta Cividale e l’area delle Fortificazioni.

La direzione si trova all’interno del Palazzo del Governatore alle armi, il quale si affaccia sulla scenografica piazza centrale, punto nevralgico della città, ed espone dei reperti di unità che sono state presenti a Palmanova.

Porta Cividale costituisce, insieme a Porta Aquileia e Porta Udine, l’unica modalità di accesso alla città e viene attribuita a Vincenzo Scamozzi; le porte si trovano al centro di tre cortine e si strutturano in piani separati per il controllo dell’ingresso della fortezza. La struttura si ripete in modo simile: al piano inferiore è presente una corte centrale quadrata su cui si affacciano i locali per le guardie e i gabellieri, mentre al piano superiore, raggiungibile solamente grazie ad una rampa esterna, un salone a pianta quadrata guarda al cortile. Nel caso di Porta Cividale la facciata, realizzata in bugnato, è caratterizzata dalla presenza di due torrette “garitte” utilizzate come posto di guardia. L’area espositiva è collocata sulla parte superiore del dongione e presenta una serie di documenti che attestano il carattere militare della città. Sono presenti diverse sezioni: quella dedicata al periodo veneto raccoglie una serie di documenti e disegni che raccontano iconograficamente le caratteristiche delle milizie venete, mentre alcuni modellini in legno riproducono le colubrine e le armi da fuoco. Uniformi, armi e cimeli militari narrano la storia della città di Palmanova durante il periodo napoleonico (1805 – 1814), il periodo austriaco (1814 – 1866) e quello italiano (dal 1866 ad oggi). In quest’ultimo vi è una sezione dedicata alla Grande Guerra, poiché durante il conflitto mondiale la fortezza è stata parte della retrovia e dunque sede di ospedali, magazzini e campi di addestramento delle truppe.

L’area delle fortificazioni del Museo della Grande Guerra e della Fortezza comprende le tre cinte murarie fortificate: il baluardo, il rivellino e la lunetta napoleonica. Come possibile itinerario, vi consigliamo di procedere da Porta Cividale secondo il percorso indicato dalla segnaletica che conduce al baluardo Del Monte e prosegue arrivando alla sommità di un altro baluardo, che regala al visitatore una panoramica complessiva del sistema difensivo della città di Palmanova. Seguendo le indicazioni, dal rivellino si imbocca la strada coperta, un tempo percorso sicuro per il passaggio da una postazione all’altra. In concomitanza del baluardo Donà si trova la deviazione per la lunetta napoleonica, raggiungibile sia tramite una strada all’aperto che attraverso un suggestivo percorso in galleria, utilizzato dai soldati francesi nel periodo napoleonico.

Palmanova è un piccolo angolo di storia, intatto e non scalfito dal tempo, che rivela informazioni importanti sulle diverse vicende belliche che hanno coinvolto non solo la città ma l’intero Friuli nel corso dei secoli.

Il Museo della Grande Guerra e della Fortezza costituisce infatti un affascinante viaggio all’interno della silenziosa vita della città, del suo passato al servizio della Serenissima e contro la Serenissima, quando Napoleone proprio da Palmanova dichiarò guerra a Venezia.

Informazioni utili

Museo della Grande Guerra e della Fortezza di Palmanova
Dongione di Porta Cividale
33057 Palmanova
Tel. + 39 0432 923535 (sabato, domenica e festivi)

Direzione del Museo della Grande Guerra e della Fortezza di Palmanova
Piazza Grande, 21
33057 Palmanova
Tel. + 39 0432 928175 (da lunedì a venerdì)
www.esercito.difesa.it

Ufficio turistico di Palmanova

Calcola l’itinerario

ORARI DI APERTURA

lunedì: 09:00 – 12:00 / 13:45 – 16:00
venerdì, sabato, domenica e festivi: 09:00 – 12:00

BIGLIETTO D’INGRESSO

Gratuito