In aereo dal Friuli per visitare Francoforte, un viaggio per tutti

L’Altstadt, cuore pulsante della città, il Römerberg e la casa natale di Goethe. Una guida utile e dettagliata alle 12 cose da fare e vedere a Francoforte in 2, 3 giorni viaggiando dal Friuli

francoforte
Città di Francoforte

Prima di visitare Francoforte, capitale finanziaria e sede della Banca Centrale Europea, è d’obbligo conoscere qualche curiosità su una delle più grandi metropoli tedesche. Francoforte, meglio nota come Francoforte sul Meno (Frankfurt am Main) poiché attraversata dal fiume omonimo, è celebre soprattutto per i vari soprannomi che le sono stati affibbiati negli anni.

Da “Bankfurt” a “Mainhattan” fino a “Big Äppel”, questi nomignoli celebrano i luoghi e le tradizioni della città (per l’appunto, Main è il fiume e l’Äppelwoi il rinomato sidro di mele), associandoli a quella di New York. Francoforte, infatti, proprio come la grande mela americana, è uno dei centri finanziari più importanti della Germania.

Quinta città più grande della nazione e centro del Rhein-Main, con uno degli skyline più belli d’Europa, Francoforte non smette mai di stupire. Ricca di storia e tradizioni, è visitabile interamente a piedi. Dal centro storico, l’Altstadt, con al centro la piazza del Römerberg, fino al Kaiserdom St. Bartholomäus, il Duomo imperiale in stile gotico, vicoli e muri della città raccontano l’antico regno dei Franchi orientali e le epoche del Sacro Romano Impero.

Ma Francoforte è anche rinomato polo artistico e centro museale. Dall’Ikonen-Museum sulla Brueckenstrasse fino al Museum Giersch der Goethe-Universität, lungo la strada Schaumainkai, godrete del paesaggio del Museumsufer. Più di 10 musei, tutti affacciati sul fiume Meno e uno di seguito all’altro, attraversano ben tre quartieri della città. Tra i più famosi il Museo Städel e il Deutsches Filmmuseum.

Parliamoci chiaro! Pur avendo un centro storico interamente visitabile a piedi non riuscirai a visitare la città in soli 2, 3 giorni. Ecco perché, di seguito, abbiamo voluto scegliere tra le tante, 12 cose da fare e vedere a Francoforte.



Booking.com

Storia di Francoforte

Non è chiaro se, parlando delle origini di Francoforte, si possa stabilire una vera e propria data di fondazione. Sicuramente la città ha avuto a che fare con l’ascesa di Roma e in particolar modo con la seconda dinastia imperiale, i Flavi. Già, perché durante le campagne germaniche di Domiziano, I secolo d.C., il territorio di Francoforte avrebbe ospitato ben tre forti ausiliari dell’esercito romano.

Carlo Magno a Francoforte
Carlo Magno a Francoforte

La prima attestazione documentaria della città, da cui si pensa l’origine del nome, è legata al Sinodo di Francoforte, alla figura di Carlo Magno e alla sua posizione strategica. Durante il Sinodo del 794 d.C., appena 7 anni dopo il Concilio di Nicea, fu redatto infatti un documento in cui appare il nome “Franconofurd” ovvero “punto di passaggio dei Franchi”. La carta in questione è il Libellus Sacrosyllabus redatto dal vescovo italiano Paolino II d’Aquileia.

In realtà, esistono prove che il territorio dove attualmente sorge la città sia stato colonizzato ben prima dei Romani, nel Neolitico. Nell’843 d.C., con il trattato di Verdun – in cui i tre figli di Ludovico il Pio si spartirono il territorio dell’Impero carolingio, Francoforte divenne la città più importante del Regno dei Franchi Orientali. Soltanto secoli dopo la città fu totalmente sciolta dal giogo imperiale.

Come ben si saprà, uno degli appuntamenti fieristici più importanti del mondo è la Fiera di Francoforte che ospite, tra le altre cose, la Fiera del libro di Francoforte. Quello che in pochi sanno è che la Fiera di Francoforte ha radici millenarie. La prima attestazione della Fiera, infatti, risale al 1150 contenuta in un documento dell’epoca. Insomma, già dal XII secolo d.C., anche per la sua posizione strategica, Francoforte può essere considerata il centro un’incredibile piazza commerciale.

Fiera di Francoforte
Fiera di Francoforte

Un’altra data importante per il capoluogo tedesco è il 1152. In quest’anno, a tre anni dalla sua incoronazione ufficiale in San Pietro, Federico Barbarossa riuscì ufficiosamente a ottenere il trono. Infatti, a Francoforte, promise la Baviera al fratello Corrado III pur di lasciarlo governare indisturbato. Con la Bolla d’Oro del 1356, oltre alla liberazione dell’Impero dal giogo del Papato, Francoforte fu scelta come città stabile per l’elezione di tutti i Re dei Romani (da non confondere con quelli di Roma, eh!). Duecento anni dopo fu scelta anche per l’elezione degli imperatori.

Se con il Medioevo la città conobbe grande sviluppo, soprattutto in ottica commerciale, negli anni successivi al Sacro Romano Impero divenne uno dei più importanti centri industriali della Germania. Nel 1848, infatti, anche la Germania conobbe la Primavera dei Popoli, i moti rivoluzionari che sconvolsero l’Europa intera. Dopo l’annessione all’impero prussiano del 1866, con il Trattato di Francoforte del 1871 si pose fine alla guerra franco-prussiana.

Negli anni del Terzo Reich, proprio dalla città, furono deportati e uccisi nei campi di sterminio migliaia di ebrei. Inoltre, dopo i bombardamenti avvenuti durante la Seconda Guerra Mondiale, Francoforte venne rasa al suolo. Gli antichi palazzi medievali sopravvissuti fino al 1944 furono completamente riedificati in stile moderno.

Ecco la guida utile e dettagliata alle 12 cose da fare e vedere a Francoforte in 2, 3 giorni.

Città intrisa di storia e tutta da visitare, Francoforte offre tantissime opportunità per i turisti. Potrete passeggiare lungo le sponde del fiume, perdervi tra i famosi mercati di Natale o scegliere di imbarcarvi su un battello per un giro panoramico sul Meno. Ecco perché, qui sotto, abbiamo voluto segnalarvi le migliori 12 cose da fare e vedere in 2, 3 giorni.

La città vecchia e il Römerberg di Francoforte

1La prima cosa da fare appena arrivato a Francoforte è una lunga passeggiata nell’Altstadt, la città vecchia. Tutti i luoghi che troverai qui, infatti, distano a poche centinaia di metri l’uno dell’altro e sono visitabili a piedi nel giro di 2, 3 ore.

Römerberg piazza di Francoforte

Il cuore della old town è il Römerberg, nonchè la piazza principale di tutta Francoforte. Uno scenario da favola: dai sanpietrini alle tipiche case in legno potrai imbatterti nel Römer che dal 1405 è la sede del municipio. Dopo i bombardamenti che rasero al suolo il centro storico, gli edifici del Römer oggi sono una riedificazione fedelissima di quelli che sorgevano un tempo.

Sulla piazza si affaccia anche l’Alte Nikolaikirche, l’antica Chiesa di San Nicola, piccola struttura gotico-medievale costruita nel XII secolo. A due minuti dal Römer, potrete ammirare l’imponente Kaiserdom St. Bartholomäus e la Paulskirche, l’ex chiesa di San Paolo attualmente sconsacrata.

A pochi passi dalle rive del Meno, il centro storico ti offrirà la possibilità, oltre di rivivere le architetture che hanno cambiato aspetto alla città, di acquistare alcuni prodotti tipici. Nei piccoli negozi affacciati sulla piazza del Römerberg potrai acquistare caratteristici souvenir: dall’oggettistica in ceramica fino alle bambole e ai dirndl (abiti femminili tradizionali).

Il Duomo Imperiale di Francoforte sul Meno

2Il Kaiserdom St. Bartholomäus, anche noto come il Duomo Imperiale di Francoforte o Cattedrale di San Bartolomeo, è così conosciuto per la sua notevole rilevanza storica. Infatti, l’edificio non è mai stato considerato Cattedrale, ma solo Collegiata. In stile gotico tedesco il Duomo è stato luogo di incoronazione di numerosi imperatori del Sacro Romano Impero.

Duomo Imperiale di Francoforte
Duomo Imperiale di Francoforte

Durante la Seconda guerra mondiale, a causa del bombardamenti che distrussero il centro storico, anche il Duomo subì diversi anni. Qualche anno più tardi fu ricostruito nello stesso stile dell’epoca. Oltre che all’esterno potrete ammirare anche all’interno i caratteristici mattoni rossi del Kaiserdom e potrete salire sulla maestosa torre gotica del XV secolo per godere della vista del centro storico

Museumsufer di Francoforte

3Se non siete stanchi di passeggiare, attraversando lo storico Iron Bridge (Eiserner Steg), potrete arrivare al Museumsufer. Il Museumsufer, incantevole passeggiata sulle rive del Meno, vi proietterà in un’atmsofera naturale e vi farà godere di una vista eccezionale. Consigliato di giorno, ma consigliatissimo di notte, quando le luci accendo l’intera città e soprattutto lo skyline sullo sfondo.

Iron Bridge
Iron Bridge

La caratteristica passeggiata sotto lunghissime gallerie di alberi è accompagnata da una serie di musei tutti da visitare. L’idea di raggruppare in un’unica via tutti i musei più importanti della città nasce nel 1977 con Hilmar Hoffmann: appunto il Museumsufer. Tra i più celebri musei della via, il Museo Städel, il Museo della Comunicazione (Museum für Kommunikation) e il Museo di Cinematografia tedesca (Deutsches Filmmuseum).

Piccolo tesoro nascosto del Museumsufer è il Portikus, galleria d’arte contemporanea fondata da Kasper König. La particolarità del Portikus, oltre a presentarsi come una casa allungata e stretta con il tetto spiovente tipico degli edifici di Francoforte, è che si trova sul Maininsel, un piccolo isolotto sul Meno, e l’ingresso si trova proprio sull’Alte Brücke, il vecchio ponte di Francoforte

Museo Städel a Francoforte

4Il Museo Städel, situato sulla strada del Museumsufer, è uno dei musei più importanti e più antichi dell’intera città di Francoforte. Al suo interno potrete fare un vero e proprio viaggio nella storia dell’arte mondiale perché le sue collezioni ospitano capolavori dal Rinascimento all’Arte moderna e contemporanea, passando per il Barocco.

Museo Städel
Museo Städel

Dipinti, fotografie, sculture. Allo Städel troverai di tutto. Tra le opere più importanti conservate nelle sue sale La Madonna col Bambino e due angeli di Beato Angelico, Gli orchestrali di Edgar Degas e il San Marco di Andrea Mantegna. Tra gli altri artisti Tiziano, Parmigianino, Perugino, Jan Vermeer, Jan van Eyck e Albrecht Dürer.

Insomma, che tu sia un appassionato di musei o no, lo Städel è sicuramente un posto da vedere. Certo l’immensità della struttura e la visita di tutte le sale richiederà un po’ di tempo, ma non potrete perdere tutte le collezioni al suo interno.

Informazioni utili: orari e prezzi

Orari di apertura: Martedì, Mercoledì, Sabato, Domenica: 10:00 – 18:00; Giovedì e Venerdì: 10:00 – 21:00. Chiusura settimanale: Lunedì.

Prezzi: Ridotto 12,00 euro; Intero 14,00 euro. I bambini fino ai 12 anni entrano gratis.

Goethe House di Francoforte

5Ti potrà capitare di trovarla anche a Roma, in via del Corso, ma quella di cui vogliamo parlarti è proprio la casa natale dello scrittore tedesco. Infatti, nel distretto di Innestadt, in una via parallela della trafficata Kaiserstrasse, potrete imbattervi nella casa museo di Johann Wolfgang von Goethe.

Goethe House di Francoforte
Goethe House

Strutturata su tre piani la casa visibile oggi è frutto di una ristrutturazione voluta dal padre dello scrittore per rinforzare e rinnovare il vecchio edificio in legno caratterizzato dal frontone medievale. Inoltre, la casa fu distrutta sotto il bombardamento degli Alleati nel 1944 e ricostruita cinque anni dopo. Per chi fosse interessato, il terzo piano dell’edificio ospita tavole e ricostruzioni della storia della casa.

Per il resto, la Goethe House non è una semplice casa museo interamente dedicata a Goethe. Non c’è spazio solo per gli amanti della letteratura o i semplici curiosi. La Casa, infatti, ospita l’unica collezione al mondo dedicata all’età di Goethe. Potrai trovare opere e dipinti dei più importanti paesaggisti tedeschi contemporanei di Goethe e ancora, dal tardo Barocco al periodo dello Sturm und Drang, fino al Classicismo e al Romanticismo.

Informazioni utili: orari e prezzi

Orari di apertura: Lunedì – Sabato 10:00 – 18:00; Domenica 10:00 – 17:30.

Prezzi: Ridotto 3,00 euro; Intero 7,00 euro

Paulskirche di Francoforte

6L’ex Chiesa di San Paolo, meglio conosciuta come Paulskirche, è un capolavoro tra i palazzi che merita assolutamente di essere visitato. L’edificio, situato al centro della Paulsplatz, risale al 1789 e per i primi anni ospitò le sedute del primo Parlamento di Francoforte. L’intero corpus della chiesa è a pianta ovale, mentre la magnifica torre campanaria è ottogonale. I suoi interni moderni contrastano con gli esterni in stile neoclassico, ma proprio questo contrasto permette alla Chiesa di svettare alta sopra il resto della città.

Paulskirche di Francoforte
Paulskirche di Francoforte

In realtà, la chiesa, pur essendo attualmente sconsacrata, possiede al suo interno un ospite d’eccezione. Sospeso sulla parete, proprio alle spalle della tribuna, si potrà osservare un magnifico organo a canne del 1988.

Vogliamo essere del tutto sinceri con te. Forse potrai rimanere deluso da questo luogo. Ma abbiamo voluto inserirlo qui perchè Paulskirche, come gran parte dei monumenti presenti a Francoforte, ricorda il nostro passato più prossimo. Quello della Seconda guerra mondiale, di distruzioni e bombardamenti che hanno raso al suolo un patrimonio artistico davvero invidiabile. Quindi, se hai tempo, passa anche dall’ex Chiesa di San Paolo. Non te ne pentirai!

MMK di Francoforte

7Premessa: non è un posto per tutti! Il Museum für Moderne Kunst, diviso in tre strutture per il centro di Francoforte (Museum, Zollamt e Tower), è uno dei più importanti musei d’arte contemporanea nel mondo. Tra le sue collezioni conta più di 5000 opere comprese tra il 1960 e i giorni nostri.

Museum für Moderne Kunst
Museum für Moderne Kunst

Da Alighiero Boetti a Andy Warhol, due sono le collezioni principali del museo, entrambe da vedere: Stroehr e Ricke. Allo stesso modo il polo museale considera la fotografia al pari dell’arte pittorica e della scultura. Anche per questo si avrà la possibilità di assistere a una particolare mostra fotografica, tra vintage, polaroid e installazioni di monitor e slide.

L’MMK è sicuramente un museo non convenzionale, in cui si intrecciano tutte le forme di arte contemporanea. Dalle mostre permanenti incentrate soprattutto alla valorizzazione degli artisti tedeschi, fino alle exhibition vere e proprie e le diverse curatele organizzate negli anni, il Museum für Moderne Kunst è davvero una rarità tutta europea.

Informazioni utili: orari e prezzi

Orario di apertura Museo: 10:00 – 18:00 tutti i giorni; Mercoledì: 10:00 – 20:00. Chiusura settimanale: Lunedì

Prezzo Museo: Ridotto 6,00 euro; Intero 12,00 euro.

Prezzo Museo+Zollamt+Tower: Ridotto 8,00 euro; Intero 16,00 euro.

Giro in Battello sul Meno a Francoforte

8Per staccare dalle lunghe passeggiate in centro e godersi un po’ di relax consigliamo di scegliere uno dei tanti servizi sul Meno. Una mini-crociera di un’ora su un piccolo battello del posto vi porteranno sulle acque del Fiume attraverso la città.

Battello sul Meno
Battello sul Meno a Francoforte

Da qui potrete godervi in tutta serenità lo skyline della città e tutte le attrazioni storico-artistiche visibili sulle rive. Insomma, un’escursione di qualche minuto (o anche un’oretta) è un buon modo per respirare aria pulita in mezzo a verde naturale dei viali alberati sulle sponde. Ma se vuoi un consiglio prova quest’esperienza di notte, la luce dei grattacieli e le ottime cene in barca con degustazione saranno cornice perfetta di un’atmosfera magica.

Orto Botanico (Palmengarten) di Francoforte

9Vuoi cambiare clima e persino vegetazione senza muoverti da Francoforte? Allora non può mancare nel tuo viaggio nella città tedesca una visita al meraviglioso orto botanico nella zona di Westend. Un grande giardino esotico e ricco di piante, alberi e arbusti da ogni parte del mondo. Dai Tropici alla foresta pluviale, dall’Africa ed Europa fino alle regioni subantartiche.

Palmengarten
Orto Botanico (Palmengarten) di Francoforte

E in più, il giardino di Francoforte fonda le sue radici nella storia della città. Infatti, è stato edificato nel lontano 1868. Voluto dal Duca Adolph di Nassau per renderlo uno dei più grandi salotti europei come già per Londra, fu progettato dall’orticoltore Heirich Siesmayer. Insomma, non potrai perderlo davvero! Da vedere!

Escursioni fuori Francoforte

10Per chi ancora non fosse stanco allora è davvero tempo di partire all’avventura. Poco fuori Francoforte, prendendo un treno per qualche ora o al massimo un autobus, o semplicemente affidandoti ai servizi del posto, potrete organizzare delle affascinanti escursioni nel territorio. Qui sotto vorremmo consigliarti alcuni posti meravigliosi da visitare.

Monastero di Eberbach
Monastero di Eberbach

Per chi si interessa di letteratura e cinema, e soprattutto non vede l’ora di ritrovarsi tra le pagine di Umberto Eco e gli inganni di Il nome della rosa, non potrà non andare a vedere il Monastero di Eberbach, vicino la città di Eltville sul Reno, dove è stato girato il film omonimo e si ricorda la magnifica interpretazione di Sean Connery.

Altri siti di interesse che ti consigliamo di vedere sono sicuramente i castelli bavaresi nel territorio attorno a Francoforte. Potrai organizzare veri e propri tour con le compagnie di service della zona e rivivere le testimonianze ancora visibili del Sacro Romano Impero, torri gotiche e paesaggi mozzafiato.

Cosa mangiare a Francoforte

11Partiamo col dire che la zona più indicata per mangiare è sicuramente Sachsenhausen. Qui potrai assaggiare di tutto, da piatti gluten free a portate prettamente vegetariane. Non avrai scuse. Inoltre, potrai assaggiare anche qualcosa di veramente tipico: l’Äppelwoi o anche Apfelwein. Nel quartiere di Sachsenhausen, infatti, potrai bere questo dolcissimo sidro di mele, super alcolico, nelle migliori e storiche taverne di tutta la città.

Anche la Wallstrasse è una via molto consigliata per passare la serata e mangiare. Dai ristoranti tipici tedeschi a quelli di cucina etnica, la Francoforte notturna offre svariate scelte. Dall’alta cucina fino allo street food più saporito la città tedesca è un tripudio di odori, sapori e tradizioni. Basti pensare al Frankfurter, il wurstel che ha il nome della città che è forse il più famoso della Germania.

Insieme alla carne, ai wurstel e alle patate, oltre ai crauti, potrai assaggiare la rinomata salsa verde con erbe aromatiche, la preferita di Goethe a quanto dicono. Insomma, a Francoforte ce n’è per tutti i gusti!

Dove dormire a Francoforte

12 Vuoi dormire a Francoforte? Niente di più semplice. La città dispone di un’offerta turistica eterogenea, dalle strutture alberghiere un po’ più care a quelle decisamente economiche, come bed and breakfast o appartamenti. In molti suggeriscono di evitare la stazione, ma secondo noi è il miglior posto per alloggiare data la vicinanza con il centro. In bassa stagione potrai trovare delle comode soluzioni a partire da 35 o 40 euro.

Booking.com

Meteo a Francoforte: che tempo fa?

Qualche informazione in più sul meteo di Francoforte? Tanto per cominciare, il clima è decisamente continentale! Se non sopporti il freddo, forse è il caso di partire nel periodo estivo, anche se l’inverno non è poi così gelido. Le temperature invernali si aggirano, in giornata sui 2 o 3 gradi, mentre di notte siamo intorno allo zero. D’estate troverai un clima caldo e sicuramente molto più sopportabile.

Frankfurt am Main
cielo sereno
16.8 ° C
18.3 °
15 °
33 %
5.1kmh
0 %
Gio
16 °
Ven
18 °
Sab
20 °
Dom
19 °
Lun
16 °

Come arrivare a Francoforte dal Friuli

Il modo più semplice per raggiungere Francoforte dal Friuli è prenotare un volo diretto andata e ritorno dall’aeroporto di Trieste – Ronchi dei Legionari. Ma non preoccuparti. Dal Friuli potrai comunque prenotare la soluzione che preferisci, sia in autobus che in treno, o affidandoti ai migliori servizi di car pooling.

La durata del volo da Trieste a Francoforte è in media di 1 h e 25 min. Accanto alle soluzioni dirette potrai trovare anche altri voli con scalo per permettere di raggiungere comunque la mete desiderata. Inoltre, a seconda della tua prenotazione, che sia in alta o bassa stagione, il costo totale del volo andata e ritorno potrebbe variare. In media, i voli in bassa stagione si trovano a partire dai 121 euro in su.


Tutti i prezzi suggeriti fanno riferimento alle offerte della compagnia Lufthansa.


Se hai apprezzato la nostra guida su Francoforte ricordati di lasciare qui sotto un piccolo resoconto del tuo viaggio. Basta anche una foto o un breve commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui