Alla scoperta di Zuglio tra antiche Chiese e archeologia

Zuglio
Zuglio

Piccolo paese di circa 595 abitanti, Zuglio è situato in provincia di Udine, nel Friuli-Venezia Giulia. Nonostante le piccole dimensioni, Zuglio è un vero e proprio gioiellino, ricco di storia, di cultura e di luoghi da visitare.

Antica città romana Iulium Carnicum, Zuglio ha origini antichissime: la sua fondazione si fa risalire ad un periodo compreso tra il 58 ed il 49 a.C. Nata come “vicus” e diventata poi Colonia nel I secolo, Zuglio ebbe un ruolo di grande importanza strategica, grazie alla sua posizione.

Questo piccolo paesino sorgeva, infatti, proprio in prossimità della Via Iulia Augusta che attraversava il passo di Monte Croce Carnico e conduceva alle regioni del Norico. Zuglio è stata anche sede vescovile nell’Alto Medioevo, tra il IV ed il V secolo: la sua diocesi era molto importante poiché estendeva la sua giurisdizione alla Carnia e al Cadore.

Se stai partendo alla scoperta del Friuli Venezia Giulia, non puoi non inserire questa splendida località nel tuo viaggio. Sei pronto? Iniziamo il nostro tour…

Visitare Zuglio: il Civico Museo Archeologico Iulium Carnicum

Il nostro viaggio nella storia e nella cultura custodita da Zuglio, inizia da una approfondita visita al Civico Museo Archeologico Iulium Carnicum. Ospitato nel settecentesco Palazzo Tommasi Leschiutta, il Museo Archeologico si trova a pochi passi dei resti del Foro Romano.

Il Civico Museo Archeologico Iulium Carnicum si sviluppa su tre piani: qui potrai ammirare le testimonianze delle diverse fasi insediative di Zuglio e del territorio Carnico. Stiamo parlando di un viaggio lunghissimo, che si snoda su diverse epoche storiche e che va dalla preistoria fino all’epoca rinascimentale.

Visitando il piano terra del Museo dedicato alla preistoria e protostoria, potrai ammirare la fedele ricostruzione della Necropoli di Misincinis di Paularo  risalente al VIII-IV sec. a.C.. Qui sono custoditi anche corredi in ferro, ambra, vetro e bronzo nonché diverse testimonianze della presenza in questo territorio dei Celti e dei Veneti Antichi.

Salendo al primo piano del Civico Museo Archeologico Iulium Carnicum potrai, inoltre, ammirare i diversi reperti archeologici rinvenuti a Zuglio nell’area del Foro come la ricostruzione delle Terme e delle antiche abitazioni private. Molto suggestivi sono gli affreschi pompeiani posti a decorazione della sala del frigidarium e gli arredi di alcune domus.

Infine, visitando l’ultimo piano del Museo, potrai immergerti nella vita religiosa e commerciale di Zuglio antica città romana. In questa sezione del Museo, inoltre, sono conservati gli antichi arredi della Basilica della Pieve di San Pietro databili al VI al IX secolo.

Cosa vedere a Zuglio: la Pieve di San Pietro

Lasciamoci alle spalle lo splendido Civico Museo Archeologico Iulium Carnicum con le sue antiche testimonianze e partiamo alla volta della Pieve di San Pietro. Situata a pochi chilometri dal centro di Zuglio, questa Chiesa è stata edificata sulla preesistente antica Cattedrale che fu Diocesi di Zuglio e che venne soppressa nell’VIII secolo.
La Pieve di San Pietro è la chiesa più antica di tutte le 11 storiche pievi situate nella Carnia. Considerata come la “chiesa madre”, l’attuale edificio che potrai ammirare nel corso del tuo viaggio risale al 1312.

Splendido ed imponente, l’ingresso alla Pieve di San Pietro è preceduto da un atrio da cui potrai scorgere una bifora romanica. Entrando nella Chiesa, potrai scorgere numerose e mirabili opere d’arte friulana del Rinascimento e del Barocco.
Lo splendido altare ligneo attirerà la tua attenzione insieme agli affreschi e al magnifico Battistero in pietra rossa risalente alla fine del Seicento.

Alla scoperta di Zuglio: il Foro Romano Iulium Carnicum

Il nostro viaggio alla scoperta di Zuglio si conclude con una visita al Foro Romano Iulium Carnicum. Luogo di incontro e di aggregazione principale per gli antichi romani e “fulcro” delle attività commerciali e politiche, il Foro Romano era anche il luogo deputato all’amministrazione della Giustizia e allo svolgimento delle cerimonie religiose. Ebbene, a Zuglio potrai visitare questo luogo così importante per gli antichi Romani, così ricco di storia e di interesse per noi contemporanei.

Visitando il Foro Romano Iulium Carni potrai ammirare i resti databili al secondo secolo d.C..: il tempio e la Basilica civile sono la testimonianza più viva e pulsante della vita che gli antichi Romani svolgevano proprio qui, in questo luogo.

Un tempo, la Basilica – con la sua forma rettangolare – si suddivideva in due piani: potrai identificare il piano inferiore grazie al criptoportico aperto sulla strada che, un tempo, delimitava l’area monumentale. Al piano superiore della Basilica si poteva accedere dalla piazza e dall’esterno del Foro percorrendo una scalinata posizionata sul lato meridionale della Chiesa.

Infine, al centro del Foro Romani, potrai visitare i resti di alcuni edifici che si affacciavano su uno spazio aperto e che sono databili al Vicus tardo Repubblicano.

Lo sapevi che…?

Lo sapevi che la popolazione di Zuglio, oltre alla lingua italiana, utilizza il friulano carnico, una variante della lingua friulana? Del resto, nel territorio Comunale di Zuglio è in vigore una specifica Legge Regionale (la n. 29 del 18 dicembre 2007) recante “Norme per la tutela, valorizzazione e promozione della lingua friulana”

Come arrivare a Zuglio

Calcola il percorso

Iulium Carnicum