La Grotta di San Giovanni d’Antro e la leggenda del Castello

San Giovanni d'Antro
Grotta di San Giovanni d'Antro

La Grotta di San Giovanni d’Antro è una splendida formazione naturale che, con la complicità dell’opera dell’uomo, si è trasformata in un luogo di attrazione ricco di fascino e di storia.

Un sito da non perdere nei vostri itinerari

Nello splendido territorio verdeggiante delle Valli del Natisone, nei pressi di Pulfero e non lontano da Cividale del Friuli, c’è un luogo suggestivo e affascinante, che racconta la storia di questi luoghi e delle vicende che li hanno interessati nel corso dei secoli.

Lo scenario che si presenta agli occhi di chi visita la Grotta di San Giovanni d’Antro, sembra venir fuori da quei racconti della letteratura fantasy che parlano di battaglie epiche, di castelli da difendere, di leggende e di mistero.

Qui l’uomo è stato capace di integrare la già sorprendente bellezza dei luoghi naturali, con alcune edificazioni ardite e spettacolari. L’antico castello ospitò le popolazioni che venivano periodicamente assediate dalle invasioni barbariche, mentre la chiesa ipogea testimonia l’inventiva e l’ingegno di chi ha creato un magnifico connubio tra uomo e natura, tra sacro e profano, realizzando nella grotta una stupenda cappella in stile gotico-sloveno, con tanto di altare ligneo del ‘700.

La leggenda del Castello

La magnifica scalinata in pietra, le fortificazioni e le costruzioni sacre accolgono l’ingresso dei visitatori in questo sito, regalando un’atmosfera quasi magica e fuori dal tempo. Persino l’antico forno è lì a testimoniare la vita che caratterizzava questi luoghi, nei periodi in cui le genti dei territori circostanti si riunivano al castello, per dar vita a una comunità a difesa delle proprie terre.

Narra la leggenda che quando Attila, re degli Unni, mise a ferro e fuoco i paesi limitrofi, assediò questo castello, che era rimasto l’ultimo baluardo a concedere rifugio agli abitanti. Solo l’astuzia e il coraggio della regina Teodolinda (o Vida, a seconda delle versioni) poté salvare il suo popolo: quando rimase nelle dispense un solo sacco di grano, ella lo buttò di sotto, in direzione degli assalitori, millantando di averne tanti altri quanti erano i chicchi di grano in esso contenuti. I barbari credettero, così, impossibile conquistare per fame la fortezza, e levarono le tende. Il castello fu salvo, e così anche le genti che vi avevano trovato rifugio.

Una visita alla Grotta di San Giovanni d’Antro

Tra fascino e leggenda, vale davvero la pena venire a visitare questo magnifico sito, che regala emozioni anche e soprattutto all’interno delle magnifiche gallerie calcaree, visitabili al seguito di un’esperta guida.

A poco più di 10 km da Cividale del Friuli, la Grotta di San Giovanni d’Antro merita di far parte degli itinerari di chi è in visita in questa zona del Friuli.

Dopo la visita alla Grotta, Vimado vi consiglia una gustosa pausa pranzo presso il ristorante Gastaldia d’Antro, un locale molto accogliente dove potrete assaporare le più ricercate prelibatezze della cucina tipica locale.

ORARI

Domeniche e festività
Marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre: 10.30 – 18.00
Ottobre, novembre: 10.30 – 16.00
Giorni feriali
Dal lunedì al sabato
15 giugno – 31 luglio: 14.00 – 18.00
1 agosto – 31 agosto: 10.30 – 18.00
Solo sabato
Aprile, maggio, 1 – 14 giugno, settembre, ottobre, novembre: 14.00 – 18.00
Nelle altre giornate possibilità di visite su prenotazione, per gruppi superiori a 15 persone (scolaresche, centri estivi, ecc.).
TARIFFE 
Biglietto intero: 5,00 €
Biglietto ridotto: 4,00 €
Da 6 a 12 anni, oltre i 70 anni, diversamente abili e invalidi con tessera. Comitive scolaresche e centri estivi. Convenzioni speciali.
Ingresso gratuito    
Da 0 a 5 anni, insegnanti, animatori, accompagnatori, ecc.
Le tariffe descritte potrebbero subire variazioni
Durata della visita: 1 ora
Accesso non garantito ai diversamente abili
  • Grotta e Chiesa di San Giovanni d’Antro