La chiesa della Beata Vergine di Loreto a Tarvisio Bassa

Tra gli edifici religiosi da non perdere durante una vacanza a Tarvisio c’è sicuramente la Chiesa della Beata Vergine di Loreto, per la precisione collocata nella località di Tarvisio Bassa.

La chiesetta costituisce la testimonianza della presenza a Tarvisio di un culto mariano diffuso in Carinzia e in Stiria, ma presente anche in Friuli (ci sono chiese dedicate alla Madonna di Loreto, ad esempio, a Muina di Ovaro, a Martignacco, a Visco). Essa fu fatta edificare nel 1688 dal soprintendente doganale Matteo Carlo von Rechbach, discendente di una nobile famiglia tarvisiana, che successivamente destinò l’edificio, con impegno testamentario, agli abitanti di Tarvisio Bassa. Nel 1877 la chiesa fu pesantemente danneggiata da un incendio, e di conseguenza fu sottoposta nel Novecento ad un primo importante intervento restaurativo, seguito da un altro conclusosi nei primi anni Duemila.

La Chiesa della Beata Vergine di Loreto a Tarvisio Bassa costituisce un mirabile esempio di arte barocca. Dal punto di vista architettonico, essa è caratterizzata da linee semplici e da dimensioni ridotte, confacenti a un edificio di tipo devozionale assimilabile a tanti altri della zona montana della Carinzia e della Slovenia.

L’intero apparato pittorico è incentrato sul tema dell’Assunzione della Vergine al Cielo, e comprende sia affreschi sia arredi mobili. Tutte le opere della chiesetta sono genericamente attribuibili ad anonimi artisti d’Oltralpe anche se, soprattutto per quanto riguarda gli affreschi, si possono ravvisare influssi stilistici della produzione pittorica italiana.

Tra gli arredi mobili sono di particolare pregio i dipinti su tavola appesi alla balaustra della cantoria risalenti al 1520 circa, e rappresentanti alcuni Apostoli, l’Annunciazione e la Visitazione. Alle pareti si trovano due tele del 1700 circa del pittore venzonese Lucilio Candido mentre l’aula, come si accennava, è interamente affrescata da maestri di scuola carinziana della metà del Settecento con scene legate all’Assunzione della Vergine in cielo, dalle forme estremamente raffinate ed eleganti e con personaggi santi abbigliati secondi la moda del tempo.

Il soffitto è caratterizzato da eleganti motivi decorativi a stucco bianco su fondo rosa. Infine l’altare maggiore, dedicato alla Beata Vergine di Loreto, è ornato a volute e girali in legno dorato e presenta al centro una scultura della Madonna Nera, con in braccio il Bambino benedicente.