Trattoria alla Trota: mangiare pesce nelle valli del Natisone

trattoria alla trota
trattoria alla trota

Mangiare la trota cucinata come una volta

In Friuli posti dove mangiare la trota di fiume non ce ne sono molti ma a Specognis, frazione di Pulfero, c’è una trattoria dove questo piatto è il cavallo di battaglia da generazioni.

La ricetta per la preparazione di questo pesce rispecchia la cucina familiare di vecchio stampo nata da una tradizione casalinga che dura da più di cinquanta anni.

La trattoria si trova in una posizione dominante sul fiume Natisone, in un grande edificio bianco del 1911, utilizzato come ospedale militare durante la Grande Guerra. Finita questa, la casa divenne un negozio di alimentari, rivolto ai compaesani. Presto però prese vita una consuetudine culinaria: i pescatori del luogo portavano le trote e i temoli presi nel fiume sottostante per farli cucinare sul posto e la famiglia che gestiva il negozio certo non si tirava indietro. Fu così che pian piano il luogo si trasformò da alimentari in trattoria, quella che è aperta tutt’ora.

L’epoca d’oro della pesca sul Natisone

Il posto visse la sua epoca d’oro negli anni ottanta e novanta quando il Natisone richiamava pescatori da tutta Italia e anche dall’estero, essendo ricco di pesce anche nei periodi meno adatti.

La trattoria divenne quindi anche albergo, in modo da ospitare i pescatori che da tante parti arrivavano per il fiume. Famosi erano infatti i temoli del Natisone, la popolazione di questi pesci rimaneva costante grazie alla protezione delle cosiddette “briglie”, strutture fatte di pietra o in cemento che consentivano il passaggio dei mezzi agricoli in corrispondenza dei numerosi guadi lungo il fiume.

La presenza delle briglie impediva all’acqua di defluire completamente nei periodi di minore portata del fiume. In corrispondenza di queste strutture si creavano infatti delle pozze di acqua stabili dove i pesci trovavano un habitat adatto alla loro sopravvivenza. Purtroppo il declino delle attività agricole e una gestione non proprio oculata delle risorse del fiume ha fatto sì che nel tempo queste strutture cadessero in disuso.

Oggigiorno il fiume non attira più quel grande numero di pescatori perché il deflusso delle acque non è più controllato e per questo la popolazione ittica oramai è molto incostante. Questo però non ha evitato che alla Trota si continui ancora oggi a preparare la trota come una volta.

Oltre al pesce alla trattoria alla Trota si possono comunque degustare molti altri piatti locali, cucinati sempre con la stessa filosofia casalinga: i tagliolini fatti in casa con la trota, il radicchio rosso, lo speck e la rucola; gli gnocchi di patata e di zucca; ma anche pollo, salsiccia e frico di patate; dalla selvaggina ai funghi, alla crema di castagne. Vi è la possibilità di gustare le zuppe di stagione preparate con gli ingredienti del luogo e favolosi arrosti cucinati con il succo di mela prodotto nelle Valli del Natisone.

L’esperienza della signora Patrizia vi soddisferà anche al momento del dolce: alla trota è sempre presente la famosa Gubana, ma anche tanti atri dolci fatti in casa: lo strudel di mele, il tiramisù, le crostate di stagione con la marmellata, la frutta cotta e gli strucchi lessi cucinati secondo la ricetta della nonna. Strucchi lessi
Si tratta di utilizzare lo stesso ripieno della gubana avvolgendolo in un impasto di acqua e farina. Gli strucchi vengono quindi bolliti in acqua per pochi minuti, scolati e conditi con burro fuso, cannella e una spolverata di zucchero di canna.

Un luogo meraviglioso e sereno in riva al fiume

La trattoria alla Trota si raggiunge facilmente perché vicino alla statale che porta al confine. Il locale però non si affaccia sulla strada, per arrivarci si passa il fiume sul ponte della vecchia ferrovia che congiungeva Cividale a Caporetto. 
A quel punto la località di Specognis e la trattoria si mostrano sul lato destro della riva opposta. E’ un luogo di aria pulita e le acque del fiume sono limpide come in pochi altri posti.

Durante l’estate la terrazza antistante diventa un luogo ideale per stare al fresco, grazie anche al Ponediščak, la fresca brezza del Natisone.
Un posto ideale per gustarsi la trota, per passare momenti di serenità nell’armonia della natura circostante.

Trattoria alla Trota

Ristorante alla Trota
Via Specognis, 9
Pulfero 33046
Italia
Telefono: 0432 726006
Email: info@allatrota.com
URL: http://www.allatrota.com

chiuso il lunedì

Una ricetta della trota tramandata alla signora Patrizia.

Ricetta della trota

Difficoltà: bassa

Ingredienti (per 4 persone)

4 trote friulane
100 g di burro
3 spicchi d’aglio
3 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
2 bicchieri di vino bianco secco
prezzemolo, foglie di alloro, sale q.b.

Preparazione

Pulire le trote, lavarle e salarle, oliare la padella e adagiare le trote alternandole testa coda, pancia in alto. inserire all’interno il trito d’aglio e prezzemolo precedentemente preparato. Inserire una foglia di alloro tra una trota e l’altra. Mettere ciuffi di burro sopra, coprire e infornare 160°C. Dopo 40 minuti, versare sopra il vino, ricoprire e cucinare ancora per 40 minuti. Va servita con il suo sugo e la polenta calda.

  • Trattoria alla Trota