Piazza Foro Giulio Cesare – Cividale del Friuli

Piazza Foro Giulio Cesare
Piazza Foro Giulio Cesare

Cividale è ricchissima di cenni ed allusioni al grandissimo condottiero romano che le diede importanza: Giulio Cesare. Il nome stesso con cui veniva chiamata la città, Forum Iulii (che poi, trasformatosi in Friuli, passò ad indicare la regione intera), significa proprio piazza di Giulio.

La torre mozza di Piazza Foro Giulio Cesare

Piazza Foro Giulio Cesare nasce nel 1907, dopo l’abbattimento di alcune case. Ad un lato della piazza c’è una torre “mozza”: apparteneva alla famiglia dei Varmo fino al 1307; passò poi a Federico Picossi, alla famiglia Canussio, ai milanesi Canalya ed infine, nel XIV secolo, ai Della Torre, che la tengono tuttora in possesso. Fu mozzata per decreto della Serenissima Repubblica di Venezia nel 1510.

Monumento ad Adelaide Ristori in Piazza Foro Giulio Cesare

Monumento Adelaide Ristori Cividale del friuliLa piazza è anche conosciuta come Piazza Adelaide Ristori, dall’attrice cividalese cui è dedicato il monumento che si trova al suo centro. Si tratta di una scultura che rappresenta la stessa Adelaide nell’atto di interpretare un personaggio della tragedia classica, cosa in cui eccelleva. È un’opera giovanile dello scultore Antonio Maraini, eretta nel 1916 (decimo anniversario della morte di Adelaide): si notano infatti alcuni difetti di modellazione dovuti all’inesperienza dello scultore, ma l’impostazione generale è senz’altro molto buona.

Il fabbricato romano

Sullo stesso lato della torre mozzata, nel 1956 la Soprintendenza delle Antichità mise in luce, mediante un accenno di scavo archeologico, dei resti di fabbricato romano del III-IV secolo, probabilmente appartenuti ad un’”officina” di prodotti laterizi e fittili. Purtroppo però lo scavo dovette essere nuovamente coperto e seppellito, anche per motivi ed interessi economici.

Caio Giulio Cesare

Caio Giulio Cesare, nato nel 100 aC a Roma e assassinato il 15 marzo 44 aC, è uno dei personaggi più importanti della storia romana. Attraversò tutte le fasi della carriera politica romana, fino ad arrivare al consolato nel 59 aC; l’anno dopo, grazie ad un accordo privato che aveva stretto con Crasso e Pompeo (due personaggi politici di rilievo all’epoca) andò come proconsole nella Gallia Cisalpina (a sud delle Alpi). Da lì infatti poteva facilmente iniziare una campagna militare contro la Galla Transalpina (a nord delle Alpi). Durante una di queste campagne, facendo un giro nell’Illirico, partendo da Aquileia Cesare giunse fino al Natisone, dove nel 56 aC trasformò il centro preromano in un Forum che i cittadini romani potessero colonizzare. Nacque così Forum Iulii, la futura Cividale del Friuli.