Julium Carnicum: città carnica, un tempo città romana e sede vescovile

Julium Carnicum - Zuglio
Julium Carnicum - Zuglio

Iulium Carnicum, ovvero Giulio Carnico ora Zuglio, è un piccolo centro che un tempo ha avuto una notevole importanza sia per la viabilità romana, sia per la chiesa di Aquileia.

Zuglio e la via Julia Augusta

Dopo aver edificato Aquileia (181 a.C.), i Romani sentirono la necessità di costruire una rete di strade per collegare la colonia romana ed altre zone di importanza economica e strategica.

Al 148 a.C. risale la via Postumia che univa Aquileia alla Padania. Poi Roma pensò ad un collegamento tra Aquileia e il centro Italia ed ancora ad un collegamento con la zona alpina.

Ecco allora il progetto della via Julia Augusta che saliva verso Tricesimo e Gemona in direzione del Norico. All’altezza del punto dove il fiume Fella incontra il Tagliamento la via Julia si divide in due rami: uno sale verso Tolmezzo e la zona di Julium Carnicum, in direzione del passo di Monte Croce, l’altro sale verso il valico di Tarvisio.

La civiltà romana a Iulium Carnicum

In epoca romana Zuglio controllava un ampio territorio. La città si espandeva all’incirca dove c’è l’attuale abitato e comprendeva il foro e altri edifici pubblici, tra cui le terme, e dimore private.

A Julium Carnicum si producevano oggetti di ceramica, ma soprattutto si svolgeva un’attività commerciale di passaggio, data la collocazione della città su un ‘importante via di transito. Nel periodo precedente alle invasioni barbariche ed al declino di Aquileia era un centro piuttosto ricco, abitato da funzionari romani, militari e sicuramente mercanti.

Aquileia vescovile e Julium Carnicum

Nei secoli della tarda romanità Aquileia divenne un faro di fede cristiana, rimanendo unica sede vescovile della regione. Dalla fine del IV secolo, in un periodo di relativa calma per l’Impero Romano, Aquileia diffuse la sua influenza religiosa nelle zone circostanti.

Nel 390 d.c. si realizzò la fondazione della sede Vescovile di Concordia e quella di Zuglio. La diocesi di Julium Carnicum fu istituita dal vescovo Cromazio (388 – 408), uomo di grande intelligenza e fede che fondò ad Aquileia un centro di studi teologici, con lo scopo di contrastare le eresie. Di lui restano le “Omelie”, uno dei rari documenti importanti del risveglio culturale cristiano di Aquileia.

Il crescente peso religioso e politico della sede Aquileiense viene confermato anche dal fatto che numerosi clerici , provenienti da essa, furono fatti vescovi nelle nuove diocesi, fondate in Pannonia e nel Norico.

Di fronte alla pressione delle invasioni Barbariche questi vescovi, poi, trovarono rifugio in Aquileia. Anche questi eventi di transito, rifugio e scambio contribuirono a rendere la città di Aquileia molto influente sul processo di diffusione della fede nell’intero mondo occidentale.

La costruzione di due Basiliche Paleocristiane a Julium Carnicum si spiega con la crescente importanza di Zuglio come sede vescovile.

Il civico museo archeologico di Zuglio (Jiulium Carnicum)

Palazzo Tommasi Leschiutta
Palazzo Tommasi Leschiutta – Zulio

Numerosi reperti archeologici recuperati a Zuglio e in altre zone Carniche trova sistemazione nel palazzo Tommasi Leschiutta, ristrutturato dopo il sisma del 1976.

Il materiale è esposto nel museo archeologico di Zulio su tre piani e il percorso didattico permette di ricostruire con chiarezza la storia di Zuglio dell’epoca pre-romana al periodo rinascimentale.

ORARIO DI APERTURA:
ottobre – febbraio
venerdì 9-12,
domenica 9-12 / 15-18

marzo – maggio
venerdì e sabato 9 -12 / 15 -18

giugno – settembre
mercoledì e giovedì 9 -12
da venerdì a domenica 9 -12 / 15-18

SERVIZI OFFERTI dal COMUNE

visite accompagnate su prenotazione, laboratori didattici su prenotazione, bookshop, audioguide, punto informazioni, biblioteca, parcheggio, accessibile ai disabili

TARIFFARIO:

– ingresso intero € 3,00
– biglietto ingresso ridotto € 2,00

(scolaresche, gruppi composti da un minimo di 10 persone, disabili, bambini e ragazzi dai 6 ai 12 anni, militari, adulti con più di 60 anni)

– visita guidata Museo e Foro romano per gruppi e scolaresche su prenotazione contattando il Museo (almeno 10 gg. prima della visita) € 31.00, oltre al biglietto d’ingresso.

Per classi fino a 10 alunni € 16.00, oltre al biglietto d’ingresso.

Per informazioni

CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO IULIUM CARNICUM
Palazzo Tommasi Leschiutta, Via Giulio Cesare, 19
33020 Zuglio (Ud)
Telefono e fax 0433 92562

Come arrivare a Zuglio

Calcola il percorso

Iulium Carnicum
Paese di Zulio – Iulium Carnicum