Pesariis: le origini e la storia dell’orologeria

tradizione orologiaia
Valle del tempo, storia di Pesariis

Pesariis è il fulcro della tradizione orologiaia italiana: è proprio qui, in questo piccolo borgo, che si è sviluppata l’arte di costruire orologi, una forma di artigianato complessa e molto nobile.

Centro di importanti traffici mercantili (ricordiamo che Pesariis era la principale sede del pagamento del dazio da corrispondere per il passaggio dal Friuli al Cadore), questo piccolo borgo ha costituito terreno fertile per lo sviluppo dell’arte di costruire orologi grazie alla massiccia presenza di fabbri abili nella lavorazione dei metalli.

Una serie di fattori che hanno contribuito a rendere grande la tradizione orologiaia e a far conoscere Pesariss come “Il Paese degli orologi”. Iniziamo insieme un affascinante viaggio alla scoperta delle origini e della storia dell’orologeria di Pesariis.

Pesariis, le origini dell’orologeria: il pirata Solari e i comars

Purtroppo, ogni documento scritto che possa raccontarci com’è nata l’arte di costruire orologi a Pesariis è andato distrutto nel 1943 durante l’occupazione cosacca.

Diverse sono le ipotesi e le teorie formulate: la più affascinante e misteriosa è quella che fa riferimento ad una figura romanzesca ovvero ad un pirata di origini genovesi che si chiamava Solari. Inseguito dai suoi nemici, Solari si rifugiò proprio a Pesariis, un piccolo paese difficile da raggiungere ma molto attivo ed importante sia economicamente che strategicamente.

Il pirata Solari, da bravo uomo di mare, aveva numerose conoscenze nel campo meccanico ed astronomico. Ebbene, sarebbe stato proprio questo pirata venuto da lontano ad insegnare agli artigiani del luogo i segreti del mestiere e dell’arte di costruire gli orologi.

Nel 1725, Solari aprì anche una piccola fabbrica specializzata nella costruzione di orologi.
Un’altra teoria, fa dipendere la nascita dell’arte di costruire orologi ai movimenti migratori avvenuti nel corso del domino della Serenissima. Indicativamente, ci troviamo in un periodo storico compreso tra il 1420 ed il 1797, un’epoca lunghissima che avrebbe contribuito alla nascita di questa nobile arte a Pesariis.

All’epoca, erano molto diffusi i comars ovvero mercanti carnici che emigravano e si spostavano in tutta Europa. Secondo questa teoria, qualche cramar di origine pesarina emigrato nella zona della Foresta Nera in Germania, avrebbe qui appreso l’arte ed i segreti dell’orologeria e della meccanica così diffusa in questo Paese.

La teoria sarebbe avvalorata anche da una circostanza molto particolare: già durante la seconda metà del Settecento, qui a Pesariis veniva fabbricato e prodotto un orologio da parete in ferro dotato di caratteristiche molto simili a quelle degli orologi tedeschi.

Fu fondata nel 1725, a nord dell’abitato di Rio Possal, la prima fabbrica per la produzione artigianale di orologi. E’ in questo periodo che a Pesariis cominciò anche la produzione degli orologi da torre. Con il passare del tempo, gli artigiani perfezionarono la tecnica e l’arte, aumentò la produzione e, nel XIX secolo, cominciarono ad essere introdotte le prime macchine nella fabbrica.

Ma un ruolo attivo nello sviluppo dell’arte dell’orologeria lo giocarono soprattutto gli abitanti di Pesariis, coinvolti in prima persona nella produzione degli orologi: alcuni di essi si occupavano della costruzione delle casse in legno dei pendoli, mentre altri coltivavano e lavoravano la canapa necessaria per le corde di sostegno dei pesi. Un “lavoro di squadra”, dunque, che ha contribuito a rendere grande la tradizione degli orologi in questo straordinario piccolo borgo.

Agli inizi del secolo scorso, la ditta Fratelli Solari cominciò ad esportare gli orologi nelle Americhe e nei Paesi prospicienti l’Adriatico. Grandi innovazioni tecnologiche vennero approntate negli anni trenta e, proprio in questo periodo, vennero costruiti i primi orologi senza lancette. Uno di questi orologi, composto da un reticolo enorme di 5-6 metri di altezza, fu utilizzato dalle Poste di Napoli ma purtroppo fu distrutto durante la seconda guerra mondiale.

…Pesariis non è “solo” il Paese degli Orologi: partite insieme a noi alla scoperta degli edifici storici più importanti di questo piccolo borgo, dell’affascinante Sot la Napa e delle case storiche più suggestive. Lasciatevi conquistare dalle tradizioni di Pesariis e dagli esseri magici che popolano le leggende tramandate dagli abitanti della Valle…