Messa dello Spadone – Cividale del Friuli

storia della messa dello spadone
storia della messa dello spadone

La Messa dello Spadone è la cerimonia più suggestiva che da tempo immemorabile ogni anno si celebra a Cividale del Friuli nel giorno dell’ Epifania. In questa occasione la Messa Solenne viene celebrata con grandiosismo sfarzo dai canonici del Duomo. Il Diacono, coaudiutore del Celebrante, si accosta all’altare portando in capo un elmo piumato, nella mano destra la famosa Spada di Marquardo e nella sinistra l’Evangelario dell’epifania che risale al 1200. Prima e durante la messa il Diacono brandisce la spada, tracciando ampi fendenti di sluto.

La lettura del Vangelo Secondo Matteo viene cantata ripetendo un’atichissima monotonia di rito Aquileiese. Varie sono le ipotesi sull’origine di questa cerimonia: forse si tratta di una sacra rappresentazione in uso nel Medioevo durante il periodo Natalizio. Oppure si tratta di unparticolare Rito Papale, ripetuto da tempi immemorabili nella litturgia della Chies Aqileiense e quindi nelle sedi patriarcali derivate.

Alcuni studiosi sostengono, con maggior fondamento, che si tratti di una particolare superstite cerimonia per l’Investitura Ducale del Patriarca. Fin dal primo Patriarca-Duca all’ultimo (e cioè dal 1077 al 1412) doveva essere inuso che il Patriarca stesso ricevesse le insegne della sua missione di comando di difesa e forse di guerra. direttamente dalle mani del Messo Imperiale. Nel saluto con la spada di vedrebbe così il simbolo di una vigilanza anche armata verwo il territorio Ducale ed i suoi abitanti.

Comunque sia fin dall’inizio del 1400 ad oggi questa tradizione non si è mai interrotta, nè con la caduta del patriarcato (1420), nè durante gli sconvolgimenti storici successivi.

messa spadoneevento messa spadone cividale