Affreschi di Francesco Chiarottini – Cividale del Friuli

Affresco di Francesco Chiarottini
Affresco di Francesco Chiarottini

Il settecento ha dato a Cividale il suo miglior rappresentante artistico: Francesco Chiarottini (1748 -1796) che divenne famoso come pittore e scenografo in patria e fuori.

Nato da modesti genitori e rimasto presto orfano, fu protetto dai Conti Pantotti. Studiò a Venezia ed ebbe come maestri Mengozzi – Colonna, più il Maggotto e il Guarana. Ebbe particolare predilezione per le vedute prospettiche e per la scenografia. Riguardo questa ebbe come modelli i Gasparri, il visentini, il Battagnoli. Tutti a loro volta seguaci del Canaletto e del Ricci.

Nel 1780 fu per la prima volta a Roma dove divenne amico di Antonio Canova. All’epoca venne a contatto anche con le operedi Pannini, del Piranesi e dell’Hubert. Nel ’87 e ’88 di nuovo a Roma ebbe molto successo come scenografo. Le scene da lui eseguite vennero diffuse in una raccolta di incisioni, purtroppo oggi (2016) introvabili. Nel 1786 e ’87 venne aggregato alle accademie di Firenze e Bologna e nel 1795 fu chiamato persino alla corte di Russia.

Palazzo Pontotti Brosadola
Palazzo Pontotti Brosadola

Purtroppo si ammalò e dal 1788 si ritirò in patria per morirvi nel 1716 a solo quarantottto anni. In Friuli lasciò stupendi cicli di decorazioni a Udine, Gorizia, Tolmezzo, Buttrio, ecc. In Cividale lavorò nel Palazzo Pontotti – Brosadola (vedi immagine), nel Palazzo de Puppi, nel Palazzo de Portis (vedi mmagine), in Villa Foramitti – Moro (vedi mmagine). Restano come capolavori le pitture di Palazzo Pontotti Brosadola.

 

 

 

 

Affresco di Francesco Chiarottini
Affresco di Francesco Chiarottini

Ottimi i 38 disegni a seppia che si trovano nel Palazzo de Puppi e che ora sono conservati nella raccolta del museo del Castello di Udine . da G.Maroni e C. Mutinelli – guida storico artistica di cividale, 1958)