Viaggio alla scoperta di Pesariis: le case storiche più suggestive

case storiche di pesariis
case storiche di pesariis

Piccolo borgo in provincia di Udine, Pesariis è uno dei “gioielli” della Regione Friuli-Venezia Giulia. Uno scrigno di sorprese, storia, arte e cultura che non smette di appassionare il turista. Conosciuto come il Paese degli orologi, Pesariis è un piccolo paese di 178 abitanti incastonato nel verde paesaggio e nella natura incontaminata che, in queste zone, la fa da padrona. Ricco di edifici, Chiese e monumenti storici, Pesariis è un crogiuolo di leggende che narrano di esseri magici, di antiche feste e tradizioni che attirano, ogni anno, migliaia di turisti in Friuli-Venezia Giulia.

Abbiamo già intrapreso insieme un affascinante viaggio alla scoperta di questo piccolo borgo e, nel nostro tour, abbiamo osservato gli edifici più suggestivi di Pesariis come la Casa dell’Orologio, la Chiesa dei Ss. Filippo e Giacomo e le Case della Pesa.

Ma Pesariis racchiude molti altri tesori, tutti di inestimabile pregio e valore. Andiamo a scoprirli insieme: iniziamo il nostro viaggio attraverso gli edifici più importanti e significativi che è possibile ammirare visitando questo piccolo borgo in provincia di Udine.

Alla scoperta di Pesariis: Sot la Napa, una tipica casa carnica

Iniziamo il nostro tour alla scoperta degli edifici più importanti di Pesariis con una visita a Sot la Napa, tipica casa carnica. Risalente al XVII secolo, con la sua pianta rettangolare, questo edificio è costituito da tre piani e dal sottotetto. Ammirando questo edificio in tutta la sua magnificenza, possiamo scorgere le finestre disposte in maniera simmetrica sulla facciata: i riquadri delle finestre sono tutti in pietra.

Splendido è il portale a tutto sesto mirabilmente decorato con due mascheroni posizionati al lati e posto sotto una cornice aggettante. Sul portale dell’edificio Sot la Napa possiamo ammirare una bifora con i davanzali e gli architravi aggettanti.
Volgendo lo sguardo sulla parete rivolta ad Est, è possibile ammirare un bellissimo affresco raffigurante la Madonna con il Bambino e Santi risalente al periodo ottocentesco.

Visitare Pesariis: Casa Cappellari-Solari e Casa Solari-Cleva

Lasciamoci alle spalle Sot la Napa per visitare due splendidi edifici, specchio dei tempi antichi che qui, a Pesariis, hanno lasciato numerose tracce. Partiamo da Casa Solari-Cleva che fu costruita nella seconda metà dell’Ottocento da emigranti. Questo edificio è particolarmente interessante perché è un primo esempio di case a schiera. Come si potrà facilmente notare, le facciate di Casa Solari-Cleva sono simmetriche e riccamente decorate con fasce e fregi . Sulla facciata dell’edificio possiamo ammirare un superbo dipinto che raffigura Cristoforo Colombo.

Più antica è, invece, Casa Cappellari-Solari: questo edificio è stato costruito nel Seicento, con la sua pianta rettangolare e gli stipiti in pietra. Volgendo lo sguardo verso la facciata principale, è possibile ammirare una meridiana con le ore solari e quelle italiche che veniva anticamente utilizzata per regolare gli orologi meccanici. Sempre sulla facciata, accanto alla meridiana, è inoltre possibile ammirare una splendida pittura murale con motivi decorativi.

Cosa vedere a Pesariis: il Palazzo Frazionale

Il nostro viaggio alla scoperta di Pesariis sta per concludersi ma, prima di salutarci, non possiamo non visitare il Palazzo Frazionale, vero e proprio simbolo laico della comunità. Costruito nel secondo dopoguerra dall’Amministrazione Frazionale di Pesariis, il Palazzo Frazionale svolse per molti anni importanti funzioni sociali per gli abitanti di tutta la vallata: al piano terra vi era l’asilo infantile, al primo e secondo piano un grande salone che per lungo tempo venne utilizzato come sala da ballo, da cinematografo e teatro mentre, nel corpo laterale del Palazzo era ubicato un bar ed un punto vendita alimentari.

Oggi questo edificio potrebbe diventare la nuova sede del Museo dell’Orologeria Pesarina ed è un vero e proprio punto di riferimento per gli amanti dell’arte, grazie allo splendido disegno – presente sulla facciata dell’edificio – raffigurante i mestieri tradizionali.