Pesariis: viaggio attraverso gli edifici più suggestivi

Visitare Pesariis
Edifici di Pesariis

Immerso nella natura incontaminata e verde del Friuli-Venezia Giulia, circondato da un’aura di magia e storia, Pesariis è una perla di rara bellezza. Con i suoi 178 abitanti, Pesariis è conosciuto come il Paese degli orologi ed è uno dei più importanti centri italiani per la produzione di orologeria.

Famoso è il suo Museo dell’Orologio che ogni anno attira migliaia di turisti e visitatori. Ma Pesariis non è “solo” il Paese degli orologi. Questo piccolo borgo è molto di più ed è in grado di offrire ai turisti meraviglie storiche, cultura, tradizioni e antiche leggende che contribuiscono a rendere ancora più affascinante questo luogo. Come gli edifici più importanti di Pesariis, vere e proprie attrazioni di inestimabile valore e bellezza che non potranno sfuggire al turista appassionato di arte.
E allora, iniziamo il nostro viaggio alla scoperta dei Palazzi, delle Chiese e dei monumenti più affascinanti di Pesariis.

Alla scoperta di Pesariis: la Chiesa dei Ss. Filippo e Giacomo

Iniziamo il nostro viaggio alla scoperta di questo splendido borgo con una visita alla Chiesa dei Ss. Filippo e Giacomo. Situata nel borgo Chiaciut, questa chiesa risale al 1348 ma fu in parte riedificata in seguito ad un terremoto. L’edificio che possiamo ammirare attualmente, venne edificato nel 1861, con la sua struttura massiccia e la pianta centrale costituita da due navate laterali. Sulla facciata della Chiesa dei Ss. Filippo e Giacomo, possiamo ammirare lo splendido mosaico firmato da Giuseppe Cancian nel quale è possibile scorgere i Santi Giacomo e Filippo.

Ricco di sorprese è anche l’interno della chiesa dove è possibile ammirare lo splendido altare maggiore arricchito da marmi policromi e le statue dei due Santi a cui la Chiesa è dedicata. Molto suggestiva è anche la Torre campanaria, a pianta quadrata e con basamento in cui la pietra è lasciata a vista.

Visitare Pesariis: le Case della Pesa

Lasciamoci alle spalle la Chiesa dei Ss. Filippo e Giacomo per visitare le Case della Pesa, tangibile testimonianza del nucleo più antico del paese di Pesariis. Il complesso risale al XVII secolo e, anticamente, era formato da casa Ustin, casa Pittima e casa Ciora: i tre edifici erano unificati da logge a doppio ordine d’archi sovrapposti.

Ed era proprio questo il cuore pulsante della Pesariis antica. La Casa Pittima, ad esempio, era la sede del Gismano ovvero del sovrintendente alla dogana e ai boschi mentre Casa Ustin ospitava gli uffici preposti alla riscossione del dazio.

Pesariis: alla scoperta della Casa dell’Orologio

Tipologia edilizia rara e peculiare in Carnia, la Casa dell’Orologio è un’altra delle splendide attrazioni che è possibile visitare passeggiando per le stradine di Pesariis. Originariamente impiegata come torre di guardia, costituita da tre piani, frutto di sovrapposizioni di stili avvenute in epoche storiche diverse, la Casa dell’Orologio è un edificio che racchiude in sé diversi stili architettonici e preziosi particolari.

Partiamo dal piano terra di questo edificio che è tipicamente di Epoca Medievale. Davvero splendide la piccole finestre con stipiti in pietra aggettanti che arricchiscono il primo piano della Casa dell’Orologio. Una menzione particolare la merita il grande orologio (risalente al periodo Ottocentesco) che conferisce proprio il nome a questo edificio. Sull’orologio è possibile ammirare il ciclo dei minuti, delle ore, dei giorni, delle settimane e dei mesi. Peculiare è il tetto spiovente che sovrasta l’edificio, con il timpano aperto e l’intelaiatura di legno a vista.

Riccamente decorate sono anche le pareti esterne della Casa dell’Orologio su cui è possibile ammirare due mirabili affreschi raffiguranti San Cristoforo e la Giustizia. Infine, la finestrella che è possibile scorgere sull’edificio, è stata posizionata sulla porta d’ingresso per favorire la fuoriuscita del fumo.

…Il nostro viaggio alla scoperta di Pesariis non finisce qui: scopri gli altri edifici storici, le feste e le tradizioni del paese, gli esseri magici che popolano la tradizione del borgo e l’affascinante storia dell’orologeria di Pesariis.