Palazzi del centro cividalese: Largo Boiani

Largo Boiani Palazzo Comunale

Largo Boiani prende il nome dal palazzo rinascimentale della famiglia Boiani, che ha dato i natali alla suora domenicana consacrata beata.

Chi era Santa Benvenuta Boiani?

Non se ne sa molto in quanto la Santa, nata e morta nella seconda metà del XIII secolo, fu oggetto di studi solo nella prima metà del 1400. Chi se ne interessò fu il priore di San Domenico, certo Leonardo, che incitò il Comune a ricercare il corpo di Benvenuta nella tomba dei Boiani ma nulla fu trovato.

Seguirono altre ricerche su di lei e sulla sua biografia nei secoli successivi, fino ad arrivare all’interessamento del Papa Clemente XIII che nel 1765 ne proclamò la beatificazione.

A Cividale è conservato il “Velo” della Beata Benvenuta Boiani, che è un ricamo molto pregiato, certamente disegnato da un artista di gusto nordico, eseguito su tela di lino.

La dimensione del velo è di 1,55 x 4,76 metri e comporta probabilmente un lavoro collettivo di mirabili punti, eseguito a più mani.

Oggi si ipotizza che il ricamo non sia stato fatto dalla Beata Benvenuta ma sia opera successiva, forse della fine del XIV secolo.

In Italia una simile tela ricamata, con ricchi motivi decorativi ed un’incredibile varietà di punti, costituisce un pezzo unico molto raro. Il tipo di lavoro si accosta ad una tradizione di manufatti pregevoli diffusi nei paesi germanici di cui li si conservano parecchi esemplari.

Largo Boiani va da Piazza del Duomo a Piazza Foro Giulio Cesare. Di fronte al Duomo c’è il Palazzo Comunale la cui struttura originale risale al 1286, ma che è stato oggetto di restauri, aggiunte e rifacimenti.

Nel 1492 fu quasi interamente demolito per essere completato solo nel 1588. Si deve all’architetto Forlati l’ultimo radicale restauro del palazzo, nel 1934, così da fagli assumere l’aspetto attuale.

Interesante è l’omaggio della statua di Giulio Cesare, fondatore di Forum Julii, che nel 1935 il Duce fece ai Cividalesi. Si tratta di una fusione di bronzo, copia dell’originale in marmo che si trova a Roma, in Campidoglio. Oggi la statua è collocata davanti al Palazzo Municipale.

Dal lato opposto si trova il Palazzo Boiani, al centro della cui facciata c’è una bifora con un poggiolo rinascimentale. Ai lati della balaustra ci sono due teste scolpite da Benedetto degli Astori da Dossena.