Cosa visitare a Tricesimo: il castello medievale

Castello di Tricesimo
Castello medievale di Tricesimo (Ud)

Il castello medioevale è una delle mete obbligate per il turista che, visitando il piccolo paese di Tricesimo, voglia immergersi nelle antiche atmosfere del Medioevo. Qui, sul colle su cui sorge il Castello, si possono ancora respirare quelle atmosfere antiche fatte di conquiste, di battaglie, di strategia e di imponenti strutture difensive.

Il castello di Tricesimo è, infatti, la testimonianza pulsante del Medioevo, un’epoca che – sebbene sia molto lontana – è ancora viva e tangibile nei nostri caotici tempi.
E allora, partiamo alla scoperta del castello medioevale di Tricesimo: siete pronti a respirare l’aria di antiche battaglie e lotte di potere?

Visitare Tricesimo: il castello medioevale

Situato nella località di Fraelacco, potrai raggiungere il castello medioevale di Tricesimo inerpicandoti su una suggestiva strada alberata. Percorrendo la strada, giungerai presto al colle su cui sorge il castello di Tricesimo. Un punto di osservazione dal quale potrai godere di una vista davvero mozzafiato: dal colle potrai guardare la pianura friulana che si snoda ai tuoi piedi con i suoi colori e i suoi meravigliosi profumi.

E la posizione del castello di Tricesimo non è di certo casuale. La struttura difensiva fu costruita sulla cima di un collina morenica per motivi strategici, per difendere la strada che da Aquileia portava al Norico, importante Provincia dell’Impero Romano. Le prime fonti documentali ritrovate risalgono al XIII secolo e ci parlano di un castello abitato da una nobile famiglia di Tricesimo di origine gemonese che amministrava il territorio soggetto al castello.  Alla guarnigione – che proprio nel castello aveva la sua sede – erano affidati tutti i compiti di carattere militare.

La posizione strategica del castello di Tricesimo fu causa di numerose lotte per la sua conquista e di assedi sanguinosi che misero a dura prova la solidità dell’edificio. Nel 1332 infatti, venne ordinata una nuova fortificazione del castello, ad opera del Patriarca Pagano della Torre.

Dato in feudo a diversi nobili friulani, poi acquistato dai nobili di Montegnacco e ceduto ai nobili Valentinis di Udine, il castello di Tricesimo fu poi trasformato in un’elegante villa dai conti Valentinis i cui ultimi discendenti cedettero l’edifico alla Curia di Udine. Ed è proprio la Curia che ha edificato il Santuario dedicato alla Madonna Missionaria posto di fronte al castello.

Un Santuario arricchito dalla presenza del suggestivo altare degli emigranti, eretto a ricordo dei numerosi friuliani che, in passato, furono costretti a lasciare la loro terra per cercare fortuna in Australia, Venezuela e Germania.

Oggi possiamo ammirare il castello medioevale in tutto il suo splendore. La cinta muraria esterna del castello conserva tutta la bellezza e l’imponenza del periodo medioevale. Guardando attentamente, potrai ammirare i merli guelfi, le feritoie e le sei torri che svettano sulle mura difensive. Al centro delle mura difensive, potrai scorgere il bellissimo Palazzo che, nel corso del tempo, ha assunto un aspetto architettonico molto più vicino al tardo Rinascimento che al periodo medioevale. Nonostante ciò, potrai ammirare alcuni elementi che, originariamente, impreziosivano il Palazzo come le bifore con archi a tutto sesto.

Una visita all’interno del Castello di Tricesimo è d’obbligo: qui potrai “perderti” tra grandi saloni caratterizzati da travi originarie del ‘500, da volte, caminetti monumentali e provare a scorgere i volti dei numerosi nobili che qui hanno dimorato, nel corso del tempo.

Al momento solo l’esterno è visitabile, ma, se si contattato per tempo le suore francescane che vi risiedono, è possibile una visita (telefono 0432 851117 oppure 0432 881227)

Comments are closed.