Frazione di Brischis

Brischis
Frazione di Brischis -Pulfero

A meno di un chilometro dal comune di Pulfero, Brischis è una piccola frazione con meno di cento abitanti.

Un tempo stazione intermedia nella tratta Barbetta/Susida della Ferrovia Transalpina, Brischis conserva ancora intatte parte delle gallerie che furono costruite per consentire la realizzazione della nuova linea ferroviaria Cividale – Caporetto che correva lungo le Valli del Natisone. La tratta, progettata già nel 1911, fu costruita solo nel 1916, sotto gli iniziali fuochi bellici della prima Guerra Mondiale. Inizialmente utilizzata a scopo militare, fu successivamente destinata ad uso civile per venire definitivamente abbandonata nel 1836.

Vecchie case della frazione di Pulfero
Vecchie case della frazione di Pulfero

La piccola frazione di Brischis è rappresentata da una cinquantina di case, collocate lungo la via principale del paese. Alcune di queste, costruite prima del 1919, si presentano in mediocre stato di conservazione, come la torre campanaria della chiesa paesana.

La parrocchia di San Floriano martire, si trova lungo la strada principale del paese, e vi si accede attraverso una piccola rampa di scalini.

Chiesa di San Floriano
Chiesa di San Floriano

Dietro alla chiesa vi sono ancora gli antichi sentieri costruiti in pietra, lungo i quali si trovano vecchi casolari protetti dalle mura. In caso di forti piogge infatti non è insolito vedere questi sentieri ricoprirsi d’acqua, formando una specie di torrente che scorre immerso tra le case da una parte, ed ampie aree verdi dall’altra.

La Chiesa di San Floriano riveste una discreta importanza storica, stando a quanto riportato in una lapide che ne attribuisce la costruzione al 1477. All’interno della chiesa è possibile ammirare un altare ligneo, probabile opera di mastri intagliatori arrivati dalla vicina Slovenia.

Da non perdere neppure una visita all’antico mulino, nella borgata Malin. La presenza de mulino, oggi abbandonato, è segnalata in scritti che risalgono al 1627, ad opera di Andrea Minar.