La vera storia della letterina a Babbo Natale

Come scrivere la letterina a Babbo Natale per bambini: esempio letterina a Babbo Natale con la vera storia e tradizione. Scrivi la letterina a Babbo Natale

letterina a babbo natale
Una letterina a Babbo Natale

La tradizione di scrivere la letterina a Babbo Natale affonda le sue radici nella notte dei tempi che ogni anno rinasce a nuova vita nel mese di dicembre culminando nella notte di Natale. E’ proprio durante quella magica notte che il vecchio signore con il pancione e dal volto gioviale, la slitta trainata da renne e il carico di regali, scende giù lungo i camini per consegnare doni e giocattoli a tutti i bambini della Terra.

Una tradizione rimasta pressoché immutata nonostante il passare delle epoche e delle culture, forse perché la magia di essere bambini è trasversale a tutto. Ed é presente in ogni popolo.

Dove nasce la tradizione della letterina a Babbo Natale

Per scoprire la vera storia della letterina a Babbo Natale occorre andare molto indietro nella storia. A quando l’Uomo, scoperta la scrittura, provò ad usarla non solo per piccole note di uso tecnico, ma per descrivere i propri sentimenti, le proprie emozioni e i propri desideri. Una “letterina”, infatti, viene scritta da ciascuno di noi ogni volta che lasciamo su un foglio di carta attraverso lo scorrevole inchiostro l’impronta del nostro cuore.

L’Uomo, grande osservatore dei fenomeni naturali, ben presto si accorse della magia di un momento speciale dell’anno, quello del solstizio d’inverno che cade ogni anno intorno al 21/22 dicembre. Un momento di introspezione estrema in cui la notte lotta efferatamente nel suo estremo e inutile tentativo di prevalere sul sole. Un momento in cui le paure, i rimorsi e le sconfitte vengono a galla più prepotentemente con la speranza di accaparrarsi l’Uomo, ma l’Uomo vincerà. La notte più lunga dell’anno finisce miserabilmente lasciando il posto alla luce dell’Amore, dell’umanità, della forza della vita che rinasce nuovamente.

Unendo l’abilità essenziale della scrittura con la sensazione della magia della luce, nasce la “lettera”: i nostri desideri prendono forma su un foglio di carta che funge da specchio della nostra intimità e si fanno riconoscere da noi. E visto che in ogni Uomo vive un eterno bambino, da una prassi intima e adulta di scrivere i propri desideri e sperare nella loro realizzazione, si passa ad una usanza giocosa destinata ai bambini in attesa di sapere quando la loro bontà durante l’anno verrà davvero riconosciuta per mezzo dei regali ricevuti.

Letterina a Babbo Natale per bambini

Passano gli anni e si arriva in America.

Corre l’anno 1823 e sul New York Sentinelviene pubblicata una poesia dal titolo “La notte prima di Natale” (The Night Before Christmas). La poesia è anonima, non si sa da chi sia stata scritta, successivamente verrà attribuita al professor Clemente Clark Moore. Questo testo, che diventerà uno dei più letti al mondo, narra della figura di un ridente e gioviale signore vestito di rosso e con una lunga barba folta e bianca. Lui, insieme alle sue renne che trainano una slitta carica di pacchi, vola per i cieli della Terra per recapitare regali ai bambini di tutto il mondo.

Circa 50 anni dopo, é Mark Twain a confortare grandi e piccini sull’esistenza di Babbo Natale, scrivendo una lettera alla figlia Susie di 3 anni di cui ne riportiamo un estratto:

E quando io dirò “Arrivederci e buon Natale, mia piccola SusieClemens”, dovrai dire “Arrivederci buon vecchio Babbo Natale, grazie mille e dì per favore alla piccola Fiocco di Neve che staserà guarderò la sua stella e lei dovrà guardare quaggiù. Io mi troverò alla porta-finestra a ovest; e ogni serata limpida guarderò la sua stella e dirò ‘io conosco una persona lassù e le voglio anche bene”.

Passano meno di 20 anni e la Magia viene riconosciuta dentro ognuno di noi. E’ merito di un’altra bambina anche questa volta, Virginia O’Hanlon, che nel 1897, all’età di 8 anni, chiese al suo papà se Babbo Natale esista davvero. Il papà non rispose, ma le suggerì di scrivere al Sun, quotidiano di New York.

Caro direttore – scrisse lei – Alcuni dei miei amici dicono che Babbo Natale non esiste. Mio papà mi ha detto: “Se lo vedi scritto sul Sun, sarà vero”. La prego di dirmi la verità: esiste Babbo Natale?

Le rispose Francis Pharcellus Chirch, esperto giornalista: “Sì, Virginia, Babbo Natale esiste (Yes, Virginia, there is a Santa Claus) e grazie a lui la magia del Natale è dentro di noi.”

Prende cosí forma la tradizione della letterina da scrivere a Babbo Natale.

Come si vede da queste testimonianze, la scrittura ha un grande peso sulla speranza in Babbo Natale e, quindi, nella realizzazione dei nostri desideri. Un giornale americano, uno scrittore famoso, un giornalista esperto:spetta a loro, alla loro “penna” il compito di confermare la figura in grado di realizzare i desideri richiesti da un’anima bambina, ingenua e pronta a meravigliarsi della Magia.

Da allora, si è diffusa l’abitudine di scrivere una letterina di Natale a Babbo Natale o a qualche altra figura religiosa, chiedendo una ricompensa per l’essere stati buoni durante l’anno ed esprimendo desideri e buoni propositi per l’anno a venire.

Scrivi la letterina a Babbo Natale

Molti bambini chiedono ai propri genitori come scrivere la letterina a Babbo Natale, non disponendo di una “letterina a Babbo Natale esempio”. Niente panico, in questo paragrafo troverai tutti i consigli di esempio letterina a Babbo Natale in grado di soddisfare la richiesta dei tuoi bambini.

Per prima cosa, occorre trovare un foglio di carta “di brutta” su cui iniziare a scrivere, errori e cancellazioni comprese. Un foglio per organizzare le idee. Va benissimo iniziare con il classico “Caro Babbo Natale, …” e poi fare un elenco delle buone azioni svolte durante l’anno. Quindi, procedere con le richieste dei regali utilizzando il condizionale “Vorrei” al posto del perentorio “Voglio!”.

Quando la “brutta” sarà ben scritta, si può riportarla in “bella” su un tradizionale foglio di carta A4 bianco oppure scegliere un cartoncino leggero e colorato. Se i tuoi figli sono molto creativi, puoi suggerire loro di scrivere usando una penna dorata o argentata (molto gradite agli elfi!). Oppure fare qualche disegno sul foglio o sulla busta da lettera (un albero di Natale, un pacco regalo, una slitta con le renne oppure secondo la loro fantasia).

Infine, la firma del tuo bambino! Quindi, scrivere l’indirizzo di Babbo Natale sulla busta, imbustare la letterina, affrancarla e spedirla, fiduciosi!

Se anche tu vuoi fare questa esperienza, scopri il vero indirizzo di Babbo Natale a cui spedire la tua letterina e ricevere risposta!