Come addobbare la casa per Natale: 7 idee facili e di buon gusto

Come decorare la casa a Natale per accogliere parenti e amici e ricevere tanti complimenti per l’atmosfera natalizia che si respira tra le mura domestiche.

addobbare la casa per natale
Addobbare la casa per Natale

L’addobbo della casa a Natale è un elemento essenziale per vivere appieno le festività natalizie con i propri cari. Durante le festività natalizie, inoltre, la casa si apre a ricevere molti amici e parenti, quindi, deve comunicare subito la Magia del Natale ricreando l’atmosfera sognante e incantevole della festa più emozionante del periodo invernale.

Anche senza una laurea in architettura o interior design, sotto Natale è possibile trasformare la propria dimora nella casa più bella e accogliente possibile.

7 idee perfette per addobbare la casa per Natale

  1. Gli addobbi di Natale alle finestre e sul divano.
    L’atmosfera di Natale deve pervadere tutta la casa, non solo dall’ addobbo dell’albero di Natale (LINK). Via libera, allora, alle decorazioni alle finestre: disegni di sfere ghiacciate con la neve spray, drappeggi natalizi accanto alle classiche tende, qualche nastro rosso e dorato che sorregge alcune sfere che pendono, ad altezze diverse, dal bastone delle tende sono qualche piccolo accorgimento grazioso per rendere immediatamente l’idea del Natale. Idem sui divani: qualche cuscino dorato e soffice sarà il primo passo per celebrare il “calore” delle festività, così come un morbido plaid adagiato sul bracciolo della poltrona o un manicotto scaldamani rigorosamente rosso per le serate di neve.
  2. Le decorazioni di Natale in pasta di sale.
    La pasta di sale è facilissima da fare, coinvolgente anche per i più piccoli e versatile per il periodo natalizio grazie: si prepara da soli in casa con meno di un euro, si modella facilmente, si può colorare e non sporca. Candidi angioletti stilizzati saranno perfetti per abbellire un centrotavola o come delizioso segnaposto per la tavola di Natale. Decorazioni di cristalli di ghiaccio tutti diversi saranno l’abbellimento ideale per un albero di Natale in stile shabby chic, così come chiudipacco originale per i regali di Natale.
  3. Il centrotavola di Natale.
    La tavola di Natale merita un centrotavola di tutto rispetto. L’importante è che sia ben visibile da ogni commensale seduto anche lontano (in questo caso, meglio farne due o tre, avendo cura che quello centrale sia più grande e sia disposto in maniera equidistante) e che sia intonato allo stile dell’allestimento della tavola di Natale. Il centrotavola di Natale può essere fatto con frutta fresca e frutta secca inserite, per esempio, in una piccola serra da davanzale in legno o ferro bianco decapato, e abbellito da fiori dorati e piccoli rametti di stella di Natale. Per un centrotavola raffinato optare, invece, per candele bianche incastonate in cascate di bacche blu e argento, oppure oro e bianco vaniglia: l’effetto è ultra-chic. Per un centrotavola di famiglia si sceglieranno i toni del rosso e oro, con candele rotonde che richiamano l’idea della morbidezza di un amorevole abbraccio. Il classico centrotavola nordico è un runner tridimensionale fatto di fogliame verde scuro, bacche e fiocchi rossi, e candide candele bianche che spiccano con la loro luce per dare calore e magia al convivio natalizio. Da ricordare che il centrotavola dovrà essere in armonia con l’eventuale porta-tovagliolo e il segnaposto, ove previsto.
  4. La tovaglia della tavola di Natale.
    Gran parte dell’allestimento della tavola di Natale è fatto dalla tovaglia. Un allestimento esteticamente bello, molto spesso ha nella tovaglia il suo punto forte. La tovaglia deve essere nuova oppure la stessa della tradizione di famiglia. Da evitare rigorosamente tovaglie corte, macchiate (anche se la macchia è stata sapientemente coperta con qualche oggetto, per esempio, il cestino del pane), eccessivamente semplici. Natale è una festa ricca di gioia e di benessere, la tovaglia dovrà rispecchiare questi sentimenti: dovrà, quindi, essere sufficientemente lunga, nuova, pulita e in un colore coerente con il resto dell’allestimento. Bene, inoltre, usare il servizio bello per la cena di Natale: non c’è nulla di più coinvolgente che condividere con le persone care gli oggetti che più amiamo.
  5. Il calendario dell’Avvento.
    Natale non è natale senza un calendario dell’avvento, con le sue graziose porticine e gioviali finestrelle da aprire giorno dopo giorno nell’attesa del 25 dicembre. Il calendario dell’Avvento si trova in commercio a pochi euro, oppure in versione golosa con un cioccolatino per giorno, o con qualche frase su cui riflettere. Per le famiglie con bambini, costruire insieme a loro il vostro calendario dell’Avvento personalizzato sarà un’esperienza indimenticabile: all’interno è possibile inserire qualche dolcetto o confetto rosso o dorato come premio quotidiano per i vostri angelici pargoletti.
  6. Le candele di Natale.
    Le candele sono uno dei simboli più archetipici del Natale: la luce che vince le tenebre è un concetto ripreso sia dalla tradizione religiosa cattolica che da quella pagana, sia da quella astronomica che astrologica, e così via. Il Natale si festeggia in concomitanza con il solstizio d’inverno che cade approssimativamente tra il 21 e il 22 dicembre: in questo giorno la notte più lunga dell’anno (ossia il giorno più corto dell’anno) cede il passo alla luce e alle giornate che si allungano. Per questo motivo, le candele sono uno dei simboli del Natale per antonomasia: sono un regalo di buon auspicio, una delicata decorazione per la casa e la tavola di Natale, una romantica fonte di luce per regalare un’atmosfera sognante e incantevole. Le candele di Natale possono essere decorate a loro volta, anche semplicemente con nastri e fiocchi avvolti intorno verso la base, e poi adagiate su una piccola base decorata anch’essa.
  7. La stella di Natale.
    Il fiore tipico del Natale, con le sue foglie verdi e morbide e i suoi fiori rossi comunica subito l’idea del vigore, della vita rigogliosa e dei sentimenti più cari. Ne esiste anche una versione con fiori chiari, perfetta per decorazioni oro/bianco, ma sicuramente meno emblematica della versione originale vestita di rosso. La stella di Natale è un regalo sempre gradito così come un abbellimento gentile per la propria casa e tavola di Natale. Quando inizia a sfiorire e perdere petali e foglie, riporla in un luogo buio per 2 mesi bagnandola 1 volta a settimana. Dopo questo periodo, la vostra stella di Natale sarà pronta per ricominciare il suo ciclo!

Alla fine, ciò che rende più bella la propria casa sotto il periodo natalizio, oltre alle decorazioni, sono i sentimenti di chi vi abita dentro. Un consiglio, probabilmente il più importante, è proprio questo: la decorazione più bella per la vostra dimora è l’Amore. In più, è un “sempreverde”, ecco perché vale la pena di coltivarlo con cura!