Addobbi alberi di Natale, idee e ispirazioni per le decorazioni

Colori e abbinamenti, accostamenti e scelte di stile: idee e suggerimenti per addobbare l’albero dei tuoi sogni

Addobbi alberi di Natale
Addobbi alberi di Natale

Guardare fuori dalla finestra la neve scendere sugli alberi di Natale che si addobbano di sogni e desideri, lucidi di neve e luccicanti di riflessi: è questa la magia che scende dal cielo e che rende tutto, improvvisamente, più incantevole.

Ricreare la stessa magia negli addobbi dell’albero di Natale in casa, in negozio o in ufficio non è difficile, a patto di usare qualche piccolo accorgimento di stile che ha il potere di trasformare dei semplici alberi di Natale in un vero e proprio capolavoro artistico.

La scelta del colore dell’albero

Oggi, in commercio, si ha la fortuna di trovare bellissimi alberi di Natale di colore verde, realizzati così bene da sembrare veri. Il verde, però, non è l’unico colore possibile, anzi sempre più spesso la clientela più esigente preferisce alberi di colore diverso come, per esempio, il bianco, oppure il blu. Alcuni, addirittura il nero o il tortora scuro.

L’albero di Natale verde è sicuramente la scelta più classica e anche la più versatile perché si presta ad essere addobbato con una grande varietà di addobbi ed è in grado di mutare il proprio stile al variare dell’allestimento. Il verde è quindi il colore indicato per tutti gli stili e le location

L’albero di Natale bianco si presta ad un allestimento chic prevalentemente monocolore o bicolore, diversamente dall’albero verde che “sta bene con tutto”. L’albero bianco conferisce immediatamente al locale in cui è posto un allure raffinata e preziosa: può essere addobbato con decorazioni scure (nero lucido, per esempio, oppure un mix di nero giocando tra diverse nuances lucide ed opache) oppure in color oro per un effetto regale, meglio se con qualche tocco di rosso per smorzare l’impatto “papale” del binomio “bianco-oro”.

L’albero di Natale blu è una scelta delicata che va contestualizzata in base al carattere della location in cui verrà collocato. Uno studio professionale che contempla il colore blu nello styling della propria immagine potrà sicuramente optare per un albero che richiami l’immagine dello studio stesso. Diversamente, l’albero blu incontra una collocazione più difficile in un negozio allestito con colori caldi di pareti e mobilio, così come in una abitazione che desideri un addobbo classico.

L’albero di Natale multicolore o monocolore diverso dal verde, bianco e blu va progettato nei minimi dettagli per dare un effetto piacevole alla vista e scongiurare il classico “pugno in un occhio”.

Lo stile di addobbi e decorazioni

Lo stile delle decorazioni e degli addobbi va scelto in base al carattere che si vuole dare al periodo natalizio, all’evento da organizzare o al tipo di immagine che si desidera comunicare.

Le decorazioni più classiche per gli alberi di Natale sono le sfere in vetro, dipinte a mano e molto fragili, compensano un’eccessiva delicatezza con un eccesso di magica bellezza e un sapore senza tempo. Sostituite nel tempo con le più pratiche e resistenti decorazioni in plastica, le classiche sfere trasparenti o colorate rimangono sempre in testa al gradimento dei consumatori.

Oltre alla classica pallina, si possono aggiungere piccoli o grandi oggettini come leggeri pacchettini regalo mignon, bustine di morbido panno per contenere messaggi di pace e amore, dolcetti e cioccolatini, lettere arrotolate e annodate con un nastrino in raso, oppure stelline glitterate e tutto ciò che la fantasia suggerisce.

Per un albero di Natale plastic free, si può optare per piccole decorazioni realizzate con il pane o con la pasta di sale, con biscotti di pasta frolla oppure con il legno, economiche e di sicuro effetto stilistico ed emozionale, che richiamano il calore del forno in cui sono state cotte, così come il calore di un caldo abbraccio delle braccia che le hanno realizzate. L’importante è che le decorazioni si intonino con lo stile dell’albero incarnando il carattere del messaggio che si vuole comunicare.

Puntale e ghirlande

Il puntale è il coronamento dell’albero di Natale e va scelto in una misura coerente con le dimensioni dell’albero. Solitamente a stella o a cono, il puntale conferisce all’albero carattere e stile, regalando qualche centimetro di altezza in più. Qualunque sia il puntale scelto, l’unico accorgimento è di montarlo ben dritto per evitare l’effetto visivo “torre di Pisa” di tutto l’albero.

Le ghirlande sono il vero completamento dell’albero di Natale e servono per dare quel tocco magico in più che definisce concretamente la decorazione natalizia. In filini lucidi o opachi, in colori psichedelici o nel classico oro, argento, rosso e blu, le ghirlande vanno sistemate in modo classico ossia formando una spirale intorno all’albero e avendo cura di farle poggiare armonicamente sui rami senza creare onde antiestetiche o cime cadenti. Si possono anche posizionare in maniera verticale, fissandole sotto il puntale e facendole scendere lungo tutto l’albero per un effetto “allungante” per l’albero.

Le lucine

Di ogni forma, colore e intermittenza, le lucine sono il tocco finale dell’albero di Natale. Bianche o colorate, accendono tutti i sogni e le speranze che il Natale porta con sé. Le ghirlande di luci vanno posizionate all’interno dei rami dell’albero con la parte luminescente orientata verso l’esterno, in modo che eventuali rami che passano davanti non la offuschino, smorzandone l’effetto luminoso. L’unico accorgimento per le decorazioni luminose è legato alla qualità del prodotto acquistato: deve essere di buona fattura e in linea con gli standard europei. Ovviamente, diffidare dai prodotti di bassa qualità è d’obbligo: a volte meglio spendere qualche euro in più e avere la sicurezza di poter stare tranquilli!