Il fascino del Santuario Della Madonna Missionaria

Santuario della Madonna Missionaria a Tricesimo
santuario della madonna missionaria

Gesù Bambino in grembo, una colomba bianca nella mano destra. Così la Madonna Missionaria, simbolo di Pace e di Speranza, accoglie i visitatori, dal fondo del Santuario a Lei dedicato alle porte di Tricesimo, quindici chilometri a nord di Udine.

Una meta suggestiva nel vostro itinerario in Friuli

Inaugurato nel 1953, il Santuario della Madonna Missionaria rende omaggio alla statua che, all’indomani della fine della Seconda Guerra Mondiale, fu portata in pellegrinaggio per tutto il Friuli, ricevendo la devota acclamazione delle popolazioni ancora stordite dagli orrori della guerra.

Al termine della sua “peregrinatio”, la statua fu originariamente custodita all’interno del Castello medievale, ma il notevole afflusso di fedeli in cerca di conforto spirituale, convinse la cittadinanza a dedicarle un luogo più idoneo.

Castello di Tricesimo
Castello di Tricesimo

Edificato a pochi passi dal Castello, in cima a uno dei colli che circondano Tricesimo, il Santuario rappresenta, oggi, una meta suggestiva per chi vuole allontanarsi dai frenetici ritmi quotidiani e concedersi una pausa in un luogo dove fede, natura e cultura regalano una piacevole sensazione di tranquillità.

L’elegante stile del Santuario della Madonna Missionaria

Alla fine dell’ampio viale d’ingresso, la sagoma squadrata del Santuario si staglia nella sua elegante essenzialità. La facciata rivestita di ciottoli è impreziosita dall’imponente crocifisso dorato e dal grande dipinto che sovrasta l’ingresso.

All’interno, la sobria compostezza dell’ambiente unico di cui si compone la chiesa viene rivelata dalla luce che filtra dalle vetrate laterali, istoriate con gusto e maestria, a rappresentare scene sacre come la nascita di Gesù.

Dietro l’altare, dall’alto del suo trono, il sorriso benevolo e pacato della Madonna Missionaria è pronto a rinnovare giorno dopo giorno il suo messaggio di pace. La statua è ben valorizzata dal radioso dipinto alle sue spalle e da una sapiente illuminazione che ne esalta la figura.

Scoprire il Friuli… “biel lant a messe” (andando a messa)

Benvenuti al Santuario di Tricesimo
Benvenuti al Santuario di Tricesimo

Una visita al Santuario rappresenta una naturale occasione di raccoglimento per i visitatori, ma offre anche numerosi spunti di curiosità e di riflessione.

Non può lasciare indifferenti, ad esempio, l’Altare degli Emigranti, dedicato a chi lasciò la terra natìa per cercar miglior fortuna in altri angoli del mondo. Merita menzione, inoltre, il recente dipinto della Madonna, posizionato all’uscita dalla chiesa e incorniciato da una discreta luce a led.

Nell’ambito della struttura, inoltre, trovano oggi posto il museo africano e il piccolo mercatino missionario.

Lo sapevi che…

– La Crociata Mariana (o Peregrinatio Mariae) organizzata dalla Diocesi di Udine, per portare in pellegrinaggio la statua della Madonna Missionaria, iniziò nel dicembre del 1946 e fu la prima di una lunga serie di manifestazioni analoghe, che vennero organizzate in ogni parte d’Italia nell’immediato dopoguerra.

– Il Castello della Madonna, già Castello Valentinis, è oggi stato trasformato nella Casa Diocesana di Esercizi Spirituali. Il Santuario è affidato alla cura dei Padri stimmatini di Gemona del Friuli.

– Da alcuni anni, il Santuario è anche meta, nel mese di aprile, della Motobenedizione, un pittoresco raduno su due ruote cui partecipano centinaia di appassionati, motivati dalla fede e dalla voglia di stare insieme, con l’obiettivo di fare solidarietà per nobili cause.

Itinerari consigliati

Se arrivate a Tricesimo, non perdete occasione di visitare anche:

Udine, con i suoi eleganti portici e gli interessanti musei

Cividale del Friuli, Patrimonio dell’Umanità per l’UNESCO, in particolare il magnifico tempietto longobardo

– San Daniele del Friuli, una meta imperdibile per i vostri percorsi enogastronomici: qui via aspetta il prelibato prosciutto crudo DOP.