Cattedrale di San Giusto a Trieste, tra storia e leggenda

Cattedrale di San Giusto Trieste
Cattedrale di San Giusto Trieste

La Cattedrale di San Giusto Martire è il principale simbolo della religiosità cristiana di Trieste e presenta numerosi spunti d’interesse per il visitatore. Edificata nello stesso punto dove un tempo sorgeva un tempio pagano dell’Antica Roma, la basilica è il risultato di una peculiare operazione architettonica, voluta dal vescovo della città nel XIV secolo.

L’attuale struttura è il risultato dell’unificazione tra due chiesette preesistenti, una intitolata a S. Maria Assunta e l’altra a S. Giusto, una volta poste l’una di fianco all’altra.

Abbattendo parzialmente i due edifici, di cui furono lasciate solo le navate più esterne, fu creato lo spazio per la parte centrale della cattedrale.

Le origini della Cattedrale di San Giusto Martire

La particolare costruzione per gradi della basilica ha lasciato dei segni evidenti nella sua composizione architettonica, comunque armonica nonostante alcune asimmetrie.

rosone trecentesco in pietra carsica
Rosone in pietra carsica

Come è evidente, ad esempio, il portale principale non è in asse con il gigantesco rosone trecentesco in pietra carsica, ma questo non inficia, ed anzi rende ancora più unica, la bellezza della bruna facciata in pietra arenaria.

La Cattedrale di San Giusto è accompagnata da un austero torrione, che funge da campanile, anch’esso costruito su antiche vestigia romaniche.

Statua di San Giusto
Statua di San Giusto

Il portale del torrione è sovrastato dalla nicchia che ospita la statua del Santo, che sembra quasi vigilare sulla chiesa a lui dedicata.

Il santo a cui è dedicata la basilica

San Giusto fu un martire romano che, sebbene fedele all’imperatore, non volle riconoscere le divinità care all’impero, rendendo invece pubblica la sua fede cristiana. Gettato nelle acque del Golfo, le sue spoglie furono poi recuperate e seppellite sul colle che da lui prende il nome.

Il colle di San Giusto corrisponde al centro storico di Trieste e la Cattedrale ne è uno dei principali luoghi di attrazione.

L’interno della Cattedrale di San Giusto

Interno Cattedrale di San Giusto
Interno della Cattedrale di San Giusto

All’interno della chiesa lo sguardo si perde tra le cinque grandi navate, che conducono verso le absidi e l’altare centrale. I pregiati mosaici bizantini duecenteschi ritraggono figure sacre come la Vergine, il Cristo Benedicente e gli Apostoli.

Molte opere donate dalla dinastia asburgica furono trasferite altrove alla caduta del regno, ma rimane imponente lo splendido lampadario centrale in ferro battuto, donato da Massimiliano d’Asburgo, che scelse Trieste e il Castello di Miramare come sua residenza regale, prima di partire alla conquista del Messico e di perirvi tragicamente.

All’interno della Cattedrale di San Giusto si trova anche l’alabarda di S. Sergio, simbolo della città. Si racconta che l’arma sia caduta dal cielo nel giorno del martirio del santo e che sia inossidabile, né possa essere soggetta a doratura.

Il vostro tour alla scoperta di Trieste

Durante il vostro giro turistico per Trieste, la cattedrale di San Giusto rappresenta uno dei luoghi di attrazione da non perdere, per conoscere da vicino la storia della città e ammirare un esemplare molto particolare di architettura romanico-gotica.

Approfittate della vostra permanenza nel centro storico per visitare anche il Castello di San Giusto e scoprire la bellezza del borgo antico, con i suoi vialetti e i locali tradizionali.

Sito web: www.sangiustomartire.it

Come arrivare alla Cattedrale di San Giusto Martire | Trieste

Calcola il percorso

cattedrale di San Giusto Martire
Cattedrale di San Giusto Martire – Trieste