Con i sapori della trattoria ai Templari, c’è più gusto a visitare le Grotte di Villanova

Trattoria ai Templari
Trattoria ai Templari

Oggi vi racconteremo di come una gita alle Grotte di Villanova, in Alta Val Torre, possa trasformarsi in un’inaspettata esperienza da gourmet: siamo stati alla locanda-trattoria ai Templari, cordialmente condotta da Claudio e famiglia.

Una gustosa trattoria presso le Grotte di Villanova

Con la nostra piccola troupe di Vimado, siamo partiti di buon mattino per l’incantevole Alta Val Torre, intenzionati a realizzare un breve reportage sulle Grotte di Villanova: un servizio da pubblicare su queste pagine, a beneficio dei nostri affezionati lettori e di chiunque desideri scoprire le meraviglie più nascoste del Friuli-Venezia Giulia.

E così, giunti sul posto, eravamo già pronti con taccuino e obiettivo grandangolare, quando la cortese addetta dell’ufficio turistico ci ha informato che avremmo dovuto aspettare un po’, prima di inoltrarci negli affascinanti anfratti, perché era necessario raggiungere un certo numero di visitatori per formare il gruppo da affidare alla guida.

Questa è la prassi, come è giusto che sia, e quindi ci siamo trovati a dover studiare un piano alternativo, in attesa di partecipare all’escursione. Neanche il tempo di pensarci, che un refolo di vento malandrino ha portato sotto il nostro naso l’invitante profumo di un intingolo, che veniva preparato proprio alle spalle dell’ufficio turistico.

Il delicato odore di arrosto proveniva dall’attigua trattoria Ai Templari, e poiché un certo languorino cominciava a farsi sentire, in men che non si dica eravamo tutti dentro la locanda. Claudio e sua moglie Loredana ci hanno condotto amabilmente nella splendida sala da pranzo, dove le finiture con pietra a vista e le grandi travi in legno trasmettono una naturale sensazione di calore e accoglienza.

Quante prelibatezze nel menù! La selvaggina autoctona viene preparata secondo le ricette tipiche dell’Alta Val Torre: molti di noi si sono lasciati tentare dal capriolo in salmì, dal cinghiale in umido e dal coniglio, che da queste parti è una vera specialità.

Le portate si accompagnavano alla perfezione con i vini che ci hanno consigliato quelli della casa, provenienti dai colli orientali: il Ramandolo della zona e altri vini provenienti da cantine pregiate, come quella dell’azienda agricola Emilio Bulfon.

In particolare, abbiamo scoperto l’amabile corposità del Picolit Neri, antico vitigno a bacca rossa autoctono friulano, che ha saputo stupirci con le sue sfumature di vaniglia e fiore di castagno.

I prelibati menù dell’Osteria Ai Templari

Elencare tutte le specialità preparate dagli chef di famiglia, tra cui si distingue la solare Ilaria, figlia del titolare, sarebbe un’impresa improba.

Sarà sufficiente dire che una delle portate che ha riscosso maggior successo presso la nostra troupe è stata l’Ocikana, piatto tipico dell’Alta Val Torre, preparato con gnocchi di polenta di mais con burro fuso, latte e formaggio.

E a proposito di formaggi: come non citare il delizioso Blu di Ramandolo, dalla caratteristica erborinatura azzurra e dal particolare aroma di vino dorato, che gli deriva dal processo di maturazione a 15°, dopo il quale viene immerso all’interno di tini e ricoperto da vinacce di Ramandolo.

Ma l’elenco potrebbe continuare a lungo: dagli orzotti alle erbe di stagione, come il silene o l’aglio orsino, agli gnocchi di ricotta con la pitina. I salumi, così come i formaggi, provengono da aziende agricole della zona. Assolutamente deliziosi il carpaccio d’angus, il petto d’oca, la mortadella tartufata e l’ossocollo al ginepro: e queste sono soltanto alcune delle specialità proposte dalla casa!

Merita una citazione particolare la gustosissima ricotta della famosa latteria di Zore, specializzata in formaggi di capra: bisogna assolutamente assaggiarla!

E a parte la cortesia, anche la convenienza è di casa ai Templari: il prezzo medio di un pranzo è di circa 20/25 EUR a persona, e il rapporto con la qualità del cibo è davvero ottimo.

Dormire alla locanda Ai Templari

Oltre ad essere il posto perfetto dove mangiare quando si visitano le Grotte di Villanova, la locanda Ai Templari offre anche la possibilità di pernottare, in una delle accoglienti stanze dei piani superiori.

Arredate in stile moderno e di recente realizzazione, offrono ogni tipo di comfort, anche come zona living, alle famiglie in visita alla località. Il costo a persona è di 30 euro, colazione esclusa, ed è ancora più conveniente se la permanenza supera i 3 giorni.

L’intera struttura, inoltre, è perfetta anche per chi viaggia con bambini al seguito, visto che dispone di un ampio giardino e di un grazioso parco giochi ecologico, realizzato completamente in plastica riciclata. In più, grandi e piccini potranno sfidarsi con l’immancabile calcio-balilla.

Tutti i piatti della trattoria Ai Templari vengono preparati al momento, e nei giorni di festa come il sabato e la domenica, in concomitanza con gli orari di visita alle Grotte, è possibile mangiare quando si desidera. A disposizione degli ospiti, inoltre, un ampio salone attrezzato, ideale per ritrovi privati e feste di ogni tipo.

L’osteria è anche il posto perfetto per chi si trova a pochi chilometri da Tarcento oppure sta viaggiando, risalendo dalla strada panoramica passando per Nimis.

Lo sapevi che…

La piazza davanti la trattoria porta il nome del Gran Maestro dei Cavalieri Templari Jacques de Molay: si tratta dell’unico caso in Europa, a riprova che i posti più speciali sono sempre dietro l’angolo! Fate un salto all’Osteria Ai Templari e lo scoprirete voi stessi!

Trattoria Ai Templari

Frazione Villanova delle Grotte 2
Lusevera 33010
Telefono: 0432 787491

Lunedì09:30 - 14:00 e 17:00 - 22:00
Martedì09:30 - 14:00 e 17:00 - 22:00
MercoledìChiuso
Giovedì09:30 - 14:00 e 17:00 - 22:00
Venerdì09:30 - 14:00 e 17:00 - 22:00
Sabato09:30 - 14:00 e 14:00 - 22:00
Domenica09:30 - 14:00 e 14:00 - 22:00