Forni di Sotto, il borgo antico alle falde delle Dolomiti

forni di sotto
forni di sotto

Nel cuore delle Dolomiti Friulane, il paesino di Forni di Sotto racconta di storie antiche e paesaggi senza tempo, deliziando i turisti con i sapori tipici della buona tavola tradizionale. E non manca il divertimento all’aria aperta: scopriamo tutto su questo prezioso borgo della Carnia.

Forni di Sotto, informazioni turistiche e cosa vedere

Il comune di Forni di Sotto è il più grande tra i paesi dell’Alta Val Tagliamento ed è una meta ideale sia per le vacanze estive che per quelle invernali.

Le ampie vallate che circondano il territorio, infatti, sono lo scenario perfetto per giornate di trekking ed escursioni in mountain bike, mentre in inverno ci si può dedicare ai più divertenti sport invernali.

Storia e storie di Forni di Sotto

Il nome della località deriva con tutta probabilità dalle fonderie presso cui si lavoravano i metalli estratti dalle miniere locali.

Abitata già prima dell’arrivo dei Romani, la città è stata posseduta da Venezia prima e poi dai reali d’Asburgo.

Il paese oggi presenta un aspetto moderno, senza le costruzioni tipiche del paesaggio montano, per via di un avvenimento storico molto drammatico.

Nel 1944, infatti, le truppe tedesche rasero al suolo il borgo, incendiandone le caratteristiche abitazioni in pietra e legno, e solo la solerzia degli abitanti del luogo e il loro senso di appartenenza al territorio ha fatto sì che il paese rinascesse, letteralmente, dalle proprie ceneri.

Oggi rimangono solo tre monumenti a testimoniare la storia della città: le splendide fontane ottocentesche di Treddo, Basella e Vico.

Il Cammino delle Pievi della Carnia

Il paese rientra nel caratteristico percorso tra le Pievi della Carnia, che qui fa tappa presso la chiesa matrice di Santa Maria del Rosario.

Pieve di Santa Maria del Rosario
Pieve di Santa Maria del Rosario – Forni di Sotto

Proprio la presenza di questa chiesa ha alimentato, in passato, le diatribe tra gli abitanti di Forni di Sotto e quelli di Forni di Sopra, che esigevano maggiore indipendenza e, nel lontano ‘400, dopo aver interessato della questione persino il Papa, ottennero una parrocchia libera da ogni obbligo nei confronti della matrice di Forni di Sotto.

Sci, sport e kayak a Forni di Sotto

Forni di Sotto è il posto ideale per una vacanza tra sport e divertimento.

Nei pressi del paese sorge una delle piste di sci di fondo più apprezzate del comprensorio dolomitico, che per oltre 5 km attraversa i boschi di faggio di Forni di Sotto e Tredolo.

In più, sulle limpide acque del Tagliamento è fervida l’attività degli appassionati di kayak, che sfruttano le rapide presenti in questi luoghi per organizzare gare e competizioni e sfidarsi in avventurose discese in mezzo alla natura, tra le acque del Passo della Morte a Forni di Sotto.

Itinerari consigliati

Ovviamente, per chi visita questo incantevole borgo, non può mancare un’escursione nella riserva protetta del Parco Naturale delle Dolomiti Friulane, che regalerà momenti di relax e di magia, con i suoi magnifici paesaggi e la presenza di attrazioni florofaunistiche, dalla stella alpina a cervi, stambecchi e persino all’aquila reale.

Come arrivare a Forni di Sotto

Calcola il percorso

forni di sotto
Forni di Sotto