Croce patriarchina di Grado

croce patriarchina

Nel centro di Grado, più precisamente all’interno di Campo Patriarchi, anticamente luogo di assemblee e riti, è posizionata una delle colonne del quadriportico che era un tempo antistante la Basilica di Sant’Eufemia.

Su questa colonna è stata posta, solo in anni più recenti, la Croce patriarchina, un interessante reperto in ferro che proviene direttamente dall’epoca dei Patriarchi di Grado, nel Medioevo.

La Croce patriarchina si differenzia dalla croce latina per la presenza di due barre trasversali più piccole poste una dietro l’altra al di sopra di quella più grande, classica.

Il periodo del Patriarcato conobbe grande splendore in Friuli Venezia Giulia. Il Patriarca non era solo detentore del potere temporale (era vassallo dell’Imperatore) ma anche del potere spirituale (era Vescovo della Chiesa Romana Cattolica). Dunque, gli era concesso di portare questa croce così differente dalle altre, diffusa nell’iconografia greco bizantina e dell’Est Europa.

Il Patriarcato di Grado si può datare dal 550 d.C. circa fino al 1451, quando venne sostituito da quello di Venezia.

Alla base della colonna in Campo Patriarchi vi sono tre gradoni in pietra. Il quadriportico della Basilica andò distrutto secoli fa, ma le fondamenta sono ancora visibili nelle lastre di pietra meno scura del sagrato della chiesa.

PER INFORMAZIONI: Campo Patriarchi, Guida turistica Roberta Bressan cellulare: +39 348 6040670

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here