Cosa fare e vedere a Tramonti di Sotto

I luoghi d’interesse turistico di Tramonti di Sotto, le manifestazioni, i piatti tipici e tutte le informazioni per la visita

tramonti di sotto
Gli affreschi della Pieve di Santa Maria Maggiore di Tramonti di Sotto

Sia per le famiglie che per gli sportivi, Tramonti di Sotto è il luogo ideale per chi è alla ricerca di un posto tranquillo e immerso nel verde dove passare qualche giorno delle proprie vacanze estive. Il paese, insieme a Tramonti di Sopra, costituisce una delle località principali della val Tramontina, nelle Prealpi Carniche, a circa 50 km da Pordenone.

Nel caso vi troviate in queste zone, di passaggio o per qualche giorno, in questa guida potrete trovare le informazioni essenziali su cosa vedere a Tramonti di Sotto, e qualche consiglio sui luoghi d’interesse naturalistico da non perdere nei dintorni.

I monumenti e luoghi d’interesse naturalistico di Tramonti di Sotto

Nel centro del paese di Tramonti di Sotto merita una visita la Pieve di Santa Maria Maggiore, di fine Quattrocento, costruita su un edificio preesistente. All’interno la chiesa si conserva, nell’antico coro, un interessante ciclo di affreschi databile agli inizi del Cinquecento e attribuito a Gianpiero da Spilimbergo. Altri edifici sacri d’interesse nel territorio del comune sono la chiesa di Sant’Antonio Abate a Tramonti di Mezzo, dal caratteristico aspetto con pietre a vista, e la chiesa di San Nicolò Vescovo a Campone.

architettura locale prealpina
Esempio di architettura locale prealpina

In diversi abitati del comune, ma soprattutto a Tramonti di Mezzo e Tramonti di Sotto, si possono ammirare degli esempi di architettura rurale prealpina con corti interne ad arcate e pareti in pietra viva.

mulino di Campone
Il mulino di Campone

Nell’abitato di Campone, da non perdere è l’antico mulino del XVII secolo tuttora funzionante, il quale utilizza ancora i vecchi meccanismi azionati da una roggia deviata dal torrente Ciarzò. In diversi punti della valle sono ancora visibili, infine, i resti delle antiche fornaci usate per la produzione della calce.

Come Tramonti di Sopra, anche il comune di Tramonti di Sotto è votato al turismo naturalistico: da qui è infatti possibile intraprendere diverse escursioni adatte sia a gruppi familiari sia agli sportivi più allenati. Il territorio è caratterizzato dalla presenza di numerosi laghi tra cui particolarmente famosi sono il lago di Tramonti (noto anche come lago di Redona) e il lago del Ciul.

Cosa vedere a Tramonti di Sotto e dintorni

  • Pieve di Santa Maria Maggiore
  • Chiesa di Sant’Antonio Abate a Tramonti di Mezzo
  • Chiesa di San Nicolò Vescovo a Campone
  • Antico mulino a Campone (XVII secolo)
  • Antiche fornaci
  • Pozze smeraldine
  • Grotte verdi di Pradis
  • Lago di Tramonti
  • Lago del Ciul

I prodotti tipici: cosa mangiare a Tramonti di Sotto

Caratteristiche della tradizione gastronomica di Tramonti di Sotto, e in generale della val Tramontina, sono la pitina, una polpetta di carne affumicata di pecora o montone, un tempo più frequentemente anche di selvaggina, e il formai dal Cit, un formaggio fermentato macinato e ricoperto di latte, panna e aromi naturali.

Sapori tipici del territorio sono anche il formaggio salato, il formaggio tenero di puro latte lasciato insaporire nelle saline, e il pistùm, costituito da foglie di rapa (“viscja”) tritate e conservate in botti di legno, e successivamente lessate con aggiunta di sale, pepe e aglio, oppure con lardo o burro.

Eventi e tradizioni

Numerosi sono gli eventi e le feste che ogni anno si tengono nella cornice di Tramonti di Sotto. A febbraio da qui parte il CarneValle, la tradizionale sfilata di carri allegorici che attraversa la val Tramontina sostando a Tramonti di Sopra e concludendosi in piazza a Tramonti di Mezzo. Durante le soste nei paesi, gli abitanti organizzano dei banchetti per la degustazione di prodotti tipici.

L’estate è segnata dalle feste legate alla religiosità e al folclore locale: la Beata Vergine del Carmelo (16 luglio) a Tramonti di Mezzo; la Beata Vergine Assunta (15 agosto), nel contesto della quale vengono organizzate serate di cultura ambientale, teatro, spettacolo, laboratori creativi e passeggiate naturalistiche; e il Cuore immacolato di Maria, la terza domenica di agosto a Campone, accompagnata da mostre, concerti e varie iniziative culturali.

FESTinVAL
FESTinVAL

Sempre nel mese di agosto si tengono eventi di grande richiamo quali il FESTinVAL, che offre un ricco programma dalle feste a ballo a laboratori di antichi mestieri, da visite guidate del centro del paese a mercatini artigianali; Tàmar sotto le stelle, con itinerari escursionistici, musica dal vivo, e la possibilità di guardare le stelle con il telescopio dal borgo abbandonato di Tàmar; e la rievocazione storica accompagnata da rappresentazioni teatrali e canti della tradizione.

Si svolgono infine verso il termine dell’anno, a novembre e dicembre, la castagnata novembrina, nella quale la Pro Loco offre alla popolazione e ai visitatori castagne e ribolla, e gli eventi di Natale, accompagnati da concerti, presentazioni di pubblicazioni e brindisi benaugurali.

Qualora, dopo la vostra visita di Tramonti di Sotto, vi avanzasse del tempo disponibile, vi consigliamo una visita nei paesi vicini di Tramonti di Sopra, Clauzetto, Sequals, Travesio, Spilimbergo e Pinzano al Tagliamento.